Tiziano Valle

Castellammare: tassa rifiuti, sconto di tre mesi alle imprese. Agevolazioni per le famiglie

Tiziano Valle,  

Castellammare: tassa rifiuti, sconto di tre mesi alle imprese. Agevolazioni per le famiglie

Ai titolari delle attività commerciali che sono rimaste chiuse durante il lockdown saranno cancellati tre mesi di tassa rifiuti. Gli studi professionali per i quali non era prevista la chiusura ma che hanno subito un danno economico dall’emergenza sanitaria potranno chiedere di ottenere lo stesso beneficio, certificando la differenza d’incasso rispetto all’anno scorso, per lo stesso periodo.Per i nuclei familiari le tariffe resteranno invariate rispetto al 2019, ma sono previste agevolazioni per i redditi bassi e la possibilità di sgravi diretti a chi ha usufruito di bonus perle bollette di acqua, luce e gas.E’ una manovra da un milione di euro quella che si appresta a varare il Comune di Castellammare di Stabia. Nella giornata di ieri c’è stata una videoconferenza tra l’assessore al Bilancio Stefania Amato e la Soget, società che gestisce il servizio di riscossione dei tributi. Definiti gli ultimi dettagli tecnici oggi il piano approderà sulla scrivania del sindaco Gaetano Cimmino,che già all’inizio dell’emergenza sanitaria aveva firmato un atto d’indirizzo per valutare la possibilità di garantire sconti rispetto alle imposte comunali.

Imprese

Per le attività commerciali è prevista la cancellazione delle tassa rifiuti per i mesi di marzo,aprile e maggio. Per snellire la procedura e non costringere gli imprenditori a presentare domande per ottenere gli sgravi,la Soget calcolerà lo sconto già in bolletta. In sostanza: la tassa pagata l’anno scorso sarà divi-sa per i dodici mesi e ne verrà detratto l’importo relativo a tre mesi. L’intenzione dell’amministrazione comunale è quella di allargare l’agevolazione anche agli studi professionali.Ma si studiano le modalità. La soluzione al vaglio è quella che prevede la presentazione di una domanda da parte degli interessati, che dovranno auto-certificare il mancato incasso.

Famiglie

Per i nuclei familiari è prevista la conferma delle tariffe del 2019 e le agevolazioni per i redditi bassi. L’amministrazione sta valutando l’opportunità di applicare direttamente lo sconto sulla Tari alle famiglie che hanno beneficiato del bonus idrico o per il pagamento di bollette di luce e gas, in quanto ritenuti nuclei che necessitano di aiuto in questa fase di emergenza sanitaria.

Tosap e Imu

Per le attività commerciali e le strutture ricettive, così come disposto dal Governo, è previsto lo stop per il pagamento della Tosap e dell’Imu. Il lavoro svolto dall’assessore al Bilancio, Stefania Amato, dovrebbe offrire anche l’opportunità di abbassare l’aliquota. Nell’Imu (finora al10,6%) dovrà confluire anche la Tasi (0,7%), ma la tariffa invece che all’11,3% dovrebbe essere assestata al 10,9%, un piccolo risparmio per i contribuenti.Relativamente alle tasse bloccate dal Governo, a Palazzo Farnese si stima un mancato introito per circa 11,2 milioni dieuro: 300 mila per la Tosap e 10,9 milioni per l’Imu. Risorse che il Governo ha anticipato che farà recuperare al Comune,