Smart Lock 2.0, la serratura che si apre con l’app

Gennaro Annunziata,  

Smart Lock 2.0, la serratura che si apre con l’app

Le chiavi fanno parte della vita dell’uomo fin dai tempi degli antichi egizi, forse anche per questo si è così restii a sostituire una tradizionale serratura a chiave con una smart, nonostante quest’ultima possa offrire numerosi vantaggi.

Trait d’union tra mondo analogico e digitale, Smart Lock 2.0 può convincere anche i meno propensi ad aggiungere questa feature alla propria casa “intelligente”. Infatti non sostituisce del tutto la serratura esistente, che continua a funzionare con le sue chiavi fisiche, ma trasforma lo smartphone in una chiave virtuale, che, attraverso una apposita app (Android e iOS), è in grado di aprire (e chiudere) la porta di casa, oltre a concedere autorizzazioni di accesso a terzi (familiari, amici, o personale di servizio), senza necessità di consegnare loro una chiave fisica.

La seconda generazione di questo sistema per l’accesso in casa, prodotto dall’azienda austriaca Nuki, è stata migliorata grazie all’incremento della potenza di elaborazione, che rende i tempi di risposta e utilizzo più rapidi, e al supporto ad Apple HomeKit (in aggiunta ad Alexa e Google Assistant).

Con dimensioni (110 x 60 x 60 mm) non proprio trascurabili, Smart Lock 2.0 si monta sulla parte interna della porta, collegandolo alla serratura presente. È compatibile con la maggioranza di quelle in circolazione, tra cui il diffuso doppio cilindro con profilo europeo (per verificare la compatibilità della propria serratura: https://nuki.io/es/installation-check/).

Smart Lock 2.0, la serratura che si apre con l’app

Progettato in collaborazione con l’agenzia di design viennese EOOS, è costruito con plastica di colore nero e alluminio satinato per il suo pomolo circondato da uno scenografico cerchio a LED. Curato nei dettagli per adattarsi ad ogni tipo di arredamento, Smart Lock 2.0 ha ricevuto il prestigioso riconoscimento “Red Dot Award: Product Design 2020”.

Smart Lock 2.0, la serratura che si apre con l’app

L’installazione iniziale è davvero facile e veloce. Durante il test ci sono bastati meno di 3 minuti per rendere smart la nostra serratura. Applicata la piastra di montaggio in dotazione sopra il cilindro della serratura, bisogna inserire la chiave nella toppa e quindi posizionarci sopra lo Smart Lock 2.0. Sarà quest’ultimo, attraverso un motore interno, alimentato da 4 batterie AA, a ruotare la chiave inserita.

Smart Lock 2.0, la serratura che si apre con l’app

Terminato il montaggio, tramite l’app dedicata installata sullo smartphone, si effettua una configurazione, attraverso una procedura guidata, assegnando le autorizzazioni ad aprire (fino a 200). Esistono due tipi di autorizzazione di accesso: continuo, pensato per chi vive in casa, o temporaneo, perfetto per ospiti o colf che devono entrare quando il proprietario non è in casa, solo in determinati orari e giorni.

All’interno, per bloccare o sbloccare la porta, basta toccare il pulsante presente sul pomolo. Un doppio tocco attiva la funzione Lock ‘n’ Go: la porta viene sbloccata e si blocca di nuovo dopo 20 secondi, in modo da poter uscire di casa e chiudere la porta alle proprie spalle. Se le batterie si scaricano per aprire la porta è possibile ruotare il pomolo manualmente.

Smart Lock 2.0 comunica con lo smartphone nell’immediate vicinanze tramite Bluetooth 5.0. All’esterno la porta può essere aperta e chiusa con un semplice swipe sul display. È possibile impostare la funzione di sblocco automatico, che prepara l’app quando si arriva a una distanza di 100 metri da casa; l’app apre poi la porta quando si arriva in prossimità. Ovviamente è sempre possibile entrare in casa utilizzando la chiave standard.

Smart Lock 2.0, la serratura che si apre con l’app

Sono disponibili, come optional, un telecomando, che consente di aprire la porta con un semplice clic di un pulsante, e un tastierino wireless, resistente alle intemperie, che per aprire richiede l’inserimento di un PIN a sei cifre.

Smart Lock 2.0, la serratura che si apre con l’app

Se si vuole controllare la porta a distanza è necessario dotarsi invece del Nuki Bridge, che va collegato alla rete Wi-Fi domestica. È così possibile aprire la porta ad un visitatore anche se, ad esempio, si è ancora bloccati nel traffico. Inoltre, si può integrare Smart Lock 2.0 con altre soluzioni di smart home presenti in casa, e controllarlo a voce attraverso i popolari Alexa, Google Assistant e Siri.

Bello a vedersi ma anche sicuro, Smart Lock 2.0, utilizzando standard simili a quelli per la gestione dei sistemi bancari online, vanta la certificazione AV-Test (qui i risultati), che accredita i prodotti IoT sicuri.

Smart Lock 2.0, la serratura che si apre con l’app

Da segnalare che nella confezione di vendita è presente un piccolo sensore, che, applicato sul battente della porta, indica nell’app se la porta è aperta o chiusa.

Smart Lock 2.0 è in vendita ad un prezzo consigliato al pubblico di 229 euro, mentre Combo (include Smart Lock 2.0 e Bridge) costa 299 euro. Sono disponibili online nello shop aziendale (https://shop.nuki.io/it/) e su Amazon. L’azienda ha, proprio in questi giorni, annunciato il suo ingresso nel mercato italiano, anche nella grande distribuzione (Media World, Leroy Merlin e altri) e nel commercio al dettaglio.

Gennaro Annunziata