Scavi di Pompei, trend di visitatori in crescita. On line le video-storie dei ricercatori

Redazione,  

Scavi di Pompei, trend di visitatori in crescita. On line le video-storie dei ricercatori

POMPEI – Scavi di Pompei presenti nelle iniziative delle Giornate Europee dell’archeologia 2020 in programma il 19, 20 e 21 giugno. Insieme con l’antropologa, l’archeozoologa, la paleobotanica, il geologo, gli archeologi, i restauratori e gli esperti tecnici, il parco archeologico ai piedi del Vesuvio invita alla scoperta delle attività condotte da questi professionisti e del Laboratorio di Ricerche Applicate del Parco, centro nevralgico e sede di confronto della loro ricerche, attraverso brevi video racconti consultabili sul sito web www.pompeiisites.org e le pagine social del Parco. Passati da una media di 200 visitatori, con sold out il 2 giugno scorso (1.400) e domenica 7 giugno (1.355, il parco archeologico di Pompei, riaperto dopo il lockdown durato 3 mesi, lo scorso 26 maggio, a partire dal 9 giugno sta registrando un crescente trend, con una media di 500 ingressi e picchi di oltre mille. I video-racconti dei protagonisti dell’attività archeologica negli Scavi della città partenopea, coperta dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C., si possono seguire on line. Sono diverse le professionalità che interagiscono a Pompei soprattutto in occasione di nuovi scavi, ma anche nello studio quotidiano di reperti già emersi e custoditi dal Parco. Un lavoro di squadra finalizzato all’obiettivo comune della conoscenza, attraverso un’indagine approfondita dei dati sotto ogni aspetto. Negli ultimi anni Pompei ha arricchito il suo staff di professionisti, con queste diverse figure che lavorano in team fornendo un approccio interdisciplinare e quanto più completo possibile allo studio e alla ricerca.