Scafati, il Comune approva 45 nuove assunzioni in tre anni

Redazione,  

Scafati, il Comune approva 45 nuove assunzioni in tre anni

Tutto confermato. La giunta municipale di Scafati integra il piano triennale del fabbisogno del personale. Sono previste circa 45 assunzioni che dovrebbero concedere l’opportunità di rinforzare al meglio la pianta organica di palazzo Mayer. L’annuncio è arrivato direttamente dal primo cittadino Cristoforo Salvati dopo l’approvazione di una nuova delibera. Si tratta di un’integrazione di un provvedimento già votato dall’esecutivo di Scafati lo scorso 31 gennaio, prima che esplodesse la pandemia dovuta al coronavirus. Il programma di fabbisogno è stato aggiornato anche in base a «ulteriori elementi richiesti dal Dipartimento Affari interni e territoriali», specifica il primo cittadino. Su tutto il piano c’è già l’acquisizione del parere dei revisori contabili ed «sono stati rispettati tutti gli step previsti dalla legge».

Salvati sfodera ottimismo: «Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto che consentirà di passare, nel triennio 2020/2022, da 127 dipendenti a 189 mentre nell’anno in corso assumeremo 34 dipendenti, più 7 appartenenti alle categorie protette e 4 alti profili. Tutto questo – continua il primo cittadino – permetterà al nostro ente di ricominciare a lavorare con ritmi rapidi e serrati e di dare le giuste risposte ai nostri cittadini in termini di servizi. Ringrazio il responsabile ufficio ragioneria e personale dottor Francesco Paolo Martellaro, l’assessore al ramo Nunzia Di Lallo, la segretaria comunale dottoressa Giovanna Imparato per l’importante lavoro svolto che ci consentirà di uscire finalmente da questo periodo di difficoltà». Intanto, monta l’attesa per la scelta del nuovo amministratore dell’Acse. Ci sono diciannove candidature presentate all’attenzione del primo cittadino che è chiamato a dover sostituire il manager uscente Meriani. Su questa nomina c’è il forcing politico dei consiglieri comunali di maggioranza e opposizione. La scelta del nuovo amministratore unico verrà fatta entro le prossime settimane al termine della procedura che vedrà Salvati indicare il prescelto dopo colloqui e selezioni. Senza dimenticare che si è ormai entrati in una fase alquanto decisiva per il riassetto della giunta municipale. Il primo cittadino di Scafati prosegue a dialogare con tutti i gruppi di maggioranza, compresi i “dissidenti”, per l’ipotesi di rivedere gli assetti interni alla squadra di governo cittadino. Nel corso delle prossime ore dovrebbe essere più chiaro il “modus operandi” dello stesso sindaco che dal suo canto preferirebbe rinviare questa sorta di rimpasto successivamente all’approvazione del bilancio o, comunque, magari dopo la pausa ferragostana. Si vedrà.