Sorrento, scatta l’ultima staffetta in giunta. Esplode la faida tra i candidati

Salvatore Dare,  

Sorrento, scatta l’ultima staffetta in giunta. Esplode la faida tra i candidati

Una nuova staffetta in giunta. L’ennesima della serie. E probabilmente l’ultima prima di tornare alle urne per le Comunali. Per «gravi motivi familiari», l’avvocato Emiliogianmaria Moretti ha deciso di farsi da parte e dimettersi. Lascia la giunta dopo un anno. Nelle ultime settimane, era finito al centro delle polemiche per un commento social riservato al rientro in patria di Silvia Romano, l’attivista rapita in Africa. Chiese scusa e tornò a lavorare in giunta, fino alla decisione di lasciare anzitempo l’incarico.

Si occupava di edilizia privata, abusivismo, condono, urbanistica e rapporti internazionali. Deleghe importanti che ora sono state affidate a Giuseppe Ercolano, neo assessore, che rimpiazza Moretti su precisa indicazione del gruppo consiliare Il Ponte, la civica di maggioranza con cui Cuomo si è incontrato di recente per fare il punto della situazione sul rimpasto dell’esecutivo. «Sono vicino a Moretti, in questo difficile momento, e lo ringrazio del lavoro svolto» è il commento di Cuomo che proprio in questi giorni sta valutando i margini di manovra per una sua possibile candidatura alle elezioni Regionali. Sposato il progetto della Lega, fino a qualche mese fa, la sua candidatura era data praticamente per scontata. Mentre adesso a quanto pare Cuomo sta perdendo quota. Non è detto che non possa comunque fare parte della lista del Carroccio ed essere in prima linea per sostenere la candidatura dell’ex governatore Stefano Caldoro. Si vedrà. Fatto sta che il primo cittadino leghista ha raccolto il pressing di alcuni gruppi di maggioranza indicando quale suo possibile successore Mario Gargiulo, il quale è stato un pilastro elettorale di Cuomo in giunta salvo essere silurato quando ha sostenuto i candidati del Pd alle Politiche del 2018. Un intreccio che alimenta comunque qualche intoppo politico sull’unità del progetto. Si vedrà. Fatto sta che ormai la bagarre elettorale è entrata definitivamente nel vivo. A confermarlo è la bordata pesantissima firmata dall’avvocato Massimo Coppola, ex assessore, che si dimise dalla giunta lo scorso novembre e che punta a divenire sindaco sfidando Gargiulo e la sua ex maggioranza.

La polemica esplode proprio sulla nomina da parte di Cuomo di un assessore che possa rimpiazzare Moretti. «L’amministrazione comunale di Sorrento ha sostituito il dimissionario Moretti con un altro assessore che rimarrà in carica per poco più di due mesi, fino alle prossime elezioni – spiega Coppola – In un momento di fortissima crisi per la città si pensa a fare l’ennesimo rimpasto di giunta. Invece di tutelare i cittadini e gli imprenditori ormai in ginocchio si studia come sperperare altri soldi pubblici dando un assessorato all’ennesimo portatore di voti per le elezioni di settembre, consapevoli che in questi due mesi tra qui e la fine del mandato non riuscirà a fare nulla se non portarsi uno stipendio a casa. Un trucco da mercato delle vacche, dove uno concede l’incarico per qualche mese e in cambio riceve un pacchetto di voti. Ma è davvero questa la politica che ci meritiamo? Quella degli annunci di candidature alla Regione con tanto di Salvini al proprio fianco e di ripensamenti dell’ultim’ora? Una accozzaglia di vecchi politicanti attaccati al potere che pensano di poter fare il bello e il cattivo tempo su tutti? Per me, no. Ed è arrivato finalmente il momento di ribaltare la situazione».