Striano, scuole e piano anti-allagamenti: il sindaco Del Giudice svela le prossime mosse

Andrea Ripa,  

Striano, scuole e piano anti-allagamenti: il sindaco Del Giudice svela le prossime mosse

Striano. Dal piano per le scuole a quello per mitigare il disastro degli allagamenti alla periferia della città, fino all’idea di realizzare un parco urbano a ridosso del centro storico. Antonio Del Giudice, sindaco di Striano, svela le prossime mosse dell’amministrazione comunale nel corso di un video aperto alla città. Dagli otto mesi di lavoro post elezioni agli interventi per il futuro, la priorità pre i prossimi mesi resta quella di adeguare gli istituti scolastici per la riapertura prevista di settembre: «Noi in otto mesi per quanto riguarda i lavori pubblici abbiamo espletato quattro gare di appalto: due per le scuole e due per la sicurezza stradale. – ha spiegato il capo dell’amministrazione – I lavori sono iniziati già nella scuola materna di via Risorgimento, lì rifaremo tutto il pavimento per dare sicurezza ai nostri bambini. Per le scuole noi sindaci e presidi stiamo vivendo un momento di grande difficoltà per permettere ai nostri bambini di tornare a scuola nel massimo della sicurezza. Stiamo cercando locali adatti per dare sicurezza ai nostri bambini».Dall’istruzione all’emergenza ambientale legata al dramma degli allagamenti. «E’ stato presentato un progetto di un milione di euro per la sicurezza stradale, siamo a lavoro con la Gori per eliminare gli allagamenti di via Poggiomarino. – ha detto il sindaco – Sono già cominciati i lavori nella cittadella dove saranno allestite delle pompe, così da ridurre gli allagamenti.Abbiamo presentato un progetto per l’abbattimento e la ricostruzione di un parco nella 219, aspettiamo un responso dalla Regione per l’autorizzazione e l’assegnazione dei fondi». Poi il piano per buttare giù le palazzine del rione ex Legge 219, case abbandonate e dimenticate da tutti: «Entro il 30 ottobre andremo anche in gara d’appalto per il centro polifunzionale che nascerà alle spalle del bocciodromo. Abbiamo preso un accordo con la CIttà Metropolitana per i lavori all’istituto alberghiero, sarà costruita una struttura di 12 aule. Infine per quanto riguarda l’area Pip posso annunciare che tutti i lotti sono stati assegnati, le aziende hanno avuto il terreno e quindi possono presentarci richiesta per il permesso a costruire».