Scuole, la giunta di Scafati ottiene i fondi. Ecco 300mila € per il restyling

Redazione,  

Scuole, la giunta di Scafati ottiene i fondi. Ecco 300mila € per il restyling

La svolta tanto attesa ora è anche ufficiale. Il Comune di Scafati è riuscito a ottenere fondi Pon per il restyling degli istituti scolastici cittadini. In arrivo un finanziamento di oltre 300mila euro.

La conferma arriva direttamente dalle parole del primo cittadino Cristoforo Salvati, che nei giorni scorsi ha anche incontrato i dirigenti dei plessi scolastici per informare loro della concessione delle risorse economiche. Si tratta di fondi relativi al Pon per la scuola 2014/2020 che verranno erogati nell’ambito degli adeguamenti strutturali previsti dopo l’emergenza Covid 19. «Abbiamo ascoltato le richieste dei dirigenti al fine di individuare, in accordo con gli stessi e compatibilmente con i tempi procedurali e con le risorse a disposizione, le proposte migliori e fattibili» specifica il sindaco Salvati, che anche sul proprio profilo Facebook ha inteso rilanciare la buona notizia.Evidentemente, per la platea scolastica di Scafati, si tratta di un’apertura importante nel nome della sicurezza. I progetti e le procedure amministrative che adesso sono state promosse ed hanno ottenuto il finanziamento sono state seguite dall’assessore Antonio Carotenuto, «in continuità con l’attività svolta dall’ex assessore alla pubblica istruzione Antonella Sicignano», ed ovviamente insieme al responsabile ufficio scuola, la dottoressa Anna Sorrentino e ad Erika Izzo, che poco dopo l’annuncio ha rassegnato le dimissioni dall’incarico sinora ricoperto a Palazzo Mayer.​L’arrivo dei 310mila euro era già stato auspicato alcune settimane fa dai gruppi consiliari di opposizione che avevano sollecitato l’intera amministrazione comunale e l’assessorato ai lavori pubblici ad attivarsi prontamente per poter presentare la candidatura del Comune di Scafati per ottenere il riconoscimento del finanziamento. Cosa che ora è stata confermata dall’ok incassato dal primo cittadino Salvati che ha avviato proprio con i dirigenti scolastici del territorio un confronto proficuo e fattivo per poter rimettere in sesto gli immobili così da elevare evidentemente il livello di sicurezza per docenti, studenti e tutto il personale impiegato nelle scuole.​A proposito di scuola. Poche settimane fa, proprio nell’ambito di una sinergia post lockdown da avviare tra amministrazione comunale e scuole, il consigliere di maggioranza Arcangelo Sicignano aveva elaborato e firmato la proposta di andare a istituire una sorta di Consulta cittadina per la pubblica istruzione. Politica, dirigenti scolastici, alunni, personale e famiglie insieme all’interno di un organo in grado di poter fare da “sintesi” alle esigenze per i plessi e agli obiettivi da raggiungere per migliorare le condizioni all’interno delle scuole e avviare un percorso virtuoso all’insegna della volontà di risolvere le problematiche avvertite dall’intera comunità scolastica. La possibilità di costituire una consulta cittadina si inquadra nella necessità di dover avviare un percorso virtuoso per le riaperture degli istituti previste per il prossimo mese di settembre.