Salvatore Dare

Circum, patto Eav-Comuni per il weekend. Ripristinata la corsa tra Napoli e Sorrento

Salvatore Dare,  

Circum, patto Eav-Comuni per il weekend. Ripristinata la corsa tra Napoli e Sorrento

Sorrento. Da sabato prossimo, sarà ripristinata la corsa ferroviaria per Sorrento. L’annuncio arriva dal presidente di Eav, Umberto De Gregorio, che ieri ha incontrato il sindaco di Meta Giuseppe Tito e alcuni rappresentanti del Movimento Cinque Stelle della penisola sorrentina tra cui Domenico Lusciano e Rosario Lotito.

Nel dettaglio, a margine dell’incontro, è stato stabilito che da sabato, Eav consentirà, su richiesta, ai residenti e ai lavoratori dei Comuni della penisola Sorrentina di usufruire, nei giorni di sabato, domenica e festivi, del servizio ferroviario sulla linea Napoli-Sorrento, che, nella fascia oraria 11.30-16, limitata nella stazione di Castellammare di Stabia, per proseguire il proprio viaggio fino alla stazione di Sorrento. Il treno direttissimo per Sorrento delle ore 13:41 da Napoli, che, nei giorni di sabato, domenica e festivi, limita il servizio viaggiatori nella stazione di Castellammare di Stabia, da sabato proseguirà fino a Sorrento, effettuando servizio viaggiatori nelle fermate di Napoli Porta Nolana, Napoli Garibaldi, San Giorgio a Cremano, Portici Via Libertà, Ercolano Scavi, Torre del Greco, Pompei Scavi Villa dei Misteri e tutte quelle comprese tra Castellammare di Stabia e Sorrento. «Questo per venire incontro alla richiesta di prevedere una corsa ordinaria, oltre al Campania Express, che colleghi Napoli con Sorrento nella fascia orario tra le 10 e le 16» spiega De Gregorio.

Non solo. Eav e Comune di Meta hanno siglato un contratto per la concessione temporanea al Comune dell’area di parcheggio adiacente alla stazione Circumvesuviana. Un’area di oltre 700 metri quadrati, che il Comune potrà utilizzare esclusivamente per esercitare l’attività di parcheggio a titolo non oneroso. «E’ posta a carico del Comune ogni attività manutentiva ordinaria e di regolare pulizia dell’area in oggetto così come tutte le opere eventualmente necessarie per rendere agibile e mettere in sicurezza il cespite» precisa De Gregorio. Nel parcheggio è prevista anche l’installazione di bici elettriche con relative colonnine di ricarica, a gestione privata, sul modello appena sperimentato sul Monte Faito.