Gennaro Annunziata

Roxie, per fare il karaoke mentre si viaggia in auto

Gennaro Annunziata,  

Roxie, per fare il karaoke mentre si viaggia in auto

Carpool Karaoke è un format della tv americana, in cui il presentatore, James Corden, invita ospiti musicali famosi a cantare i propri successi, seduti al suo fianco in auto, mentre guida per le strade di Los Angeles. Il programma nel corso degli anni ha visto succedersi celebrità del calibro di Paul McCartney, Britney Spears, Justin Bieber, Madonna, Mariah Carey e i Red Hot Chili Peppers.

A testimonianza della presa sul pubblico di questa formula, nel nostro paese, oltre la versione italiana dello stesso show, in onda su Mediaset, sono stati ideati anche Singing in the Car, programmato sui canali Sky, e Fan Car-Aoke su quelli Rai.

Ebbene, per chi ama cantare mentre è in auto e volesse emulare i protagonisti di queste trasmissioni tv, ora c‘è Roxie di Carkit Ai, un karaoke plug and play per auto, ideato e sviluppato da un team di ingegneri taiwanesi guidati da Jeffrey Wu, che permette di cantare in vivavoce, da soli o insieme agli altri passeggeri, assoli, duetti o canzoni di gruppo con gli stessi effetti sonori professionali presenti nelle sale karaoke.

Roxie, per fare il karaoke mentre si viaggia in auto

Il kit standard è composto da due elementi: un pod che va inserito nella presa accendisigari e un microfono da montare sul cruscotto.

Roxie, per fare il karaoke mentre si viaggia in auto

Il primo, compatto (13×5 cm) e disponibile nelle colorazioni nera o bianca, va collegato all’autoradio, via FM o, per avere una qualità audio migliore, sfruttando l’uscita AUX da 3,5 mm, presente sul pod insieme a ingresso MIC e a una presa USB da 2A. Integra un led funzione, due microfoni MEMS, un chip Bluetooth 4.2, per abbinarlo ad uno smartphone Android o iOS, su cui va installata l’app gratuita Roxie Karaoke, ed un processore sing-a-long, che, vero cuore del sistema, simula qualsiasi ambiente (dalle grandi sale da concerto, ai cinema e alle cattedrali) e rende disponibili una serie di effetti compreso l’audio surround 3D e un pitch shifter per modificare l’altezza del suono ed adattarla alla gamma vocale di chi in quel momento sta cantando in auto.

Roxie, per fare il karaoke mentre si viaggia in auto

Fondamentale per ottimizzare l’esperienza di questo karaoke automobilistico, il microfono ambientale a lungo raggio va collegato all’ingresso MIC del pod. Leggero e con un fattore di forma ridotto (lungo solo 10 cm) è dotato di un supporto multidirezionale per una facile regolazione e un’installazione discreta. È stato progettato in modo da ridurre l’interferenza degli altoparlanti dell’auto. Come sperimentato nel corso del nostro test, offre alte prestazioni con una gamma di input estesa ed una sensibilità tale da catturare la voce del conducente e dei passeggeri di sedili anteriori e posteriori, mentre cantano a mani libere.

Roxie, per fare il karaoke mentre si viaggia in auto

Roxie è facile da montare e configurare. Basta inserire il pod nella presa dell’accendisigari, collegare il microfono, sintonizzare la radio FM o utilizzare l’ingresso aux, lanciare l’app sullo smartphone e, fatti pochi semplici passaggi, si è pronti a divertirsi con il karaoke.

Roxie, per fare il karaoke mentre si viaggia in auto

Si sceglie una canzone in una app come Spotify, Google Play Music, Pandora, TuneIn, Youtube Music o altro, e il nostro canto viene mixato con la musica e riprodotto con gli effetti scelti attraverso le casse dell’auto. Se non esiste ancora la versione karaoke o strumentale di un successo recente, Roxie è in grado di filtrare la parte vocale di qualsiasi canzone, lasciando solo la musica.

Roxie, per fare il karaoke mentre si viaggia in auto

Ponendo particolare attenzione alla sicurezza, Roxie è stato progettato per funzionare a mani libere. Include infatti un DJ KTV, ovvero un assistente vocale dedicato ad attesa zero, che funziona con Siri e Google Assistant.

È intuitivo e molto reattivo: dopo aver detto “OK Roxie”, basta pronunciare comandi vocali (purtroppo per ora non in italiano) senza dover attendere un segnale acustico di riconoscimento. È così possibile selezionare i brani o navigare verso una playlist musicale, mantenendo sempre le mani sul volante e gli occhi sulla strada. Si può interrompere Roxie in qualsiasi momento e impartire un nuovo comando, anche per gestire altre app e funzioni presenti sullo smartphone.

Da segnalare che chi desidera far vedere le proprie performance canore ad amici, familiari e follower, può riprendersi, registrando o facendo streaming video live di quanto accade in auto, utilizzando un altro smartphone.

In vendita nel sito del produttore e su Amazon, Roxie costa 149 euro. In questa estate ai tempi del Covid-19, con meno viaggi all’estero e tanti spostamenti lungo lo stivale, potrebbe essere un modo per rifare uno di quei viaggi in cui le famiglie in auto si divertivano a cantare insieme.

Gennaro Annunziata