Calcio Napoli: delusione Milik, ora l’attesa è tutta per Osimhen. Il nigeriano vicino alla firma

Redazione,  

Calcio Napoli: delusione Milik, ora l’attesa è tutta per Osimhen. Il nigeriano vicino alla firma

Uno accusato dai tifosi sui social di giocare con infradito al piede. L’altro che a dire del fratello non vede l’ora di infilarsi gli scarpini per correre a Castel di Sangro. Sono questi i volti del passato e del futuro dell’attacco del Napoli, che sta per salutare Arek Milik e per dare il benvenuto a Victor Osimhen. Si parte dal futuro, dall’attacco azzurro che si prepara ad accogliere il 21enne attaccante nigeriano pronto a firmare il contratto con il club azzurro.

L’accordo è in via di definizione con i nuovi agenti del calciatore, e il Napoli è pronto a sborsare circa 55 milioni al Lilla, aggiungendo al pacchetto anche il terzo portiere Karnezis. Un investimento forte, Osimhen diventerà il giocatore più caro comprato da De Laurentiis, superando i 45 milioni dello scorso anno di Kostas Manolas. Un investimento su cui il club punta a occhi chiusi: Osimhen ha dimostrato nell’ultima stagione al Lilla di aver ormai la giusta maturità, segnando 18 gol in mezza stagione (quella francese non è mai ripresa dopo il covid) in tutti i modo, dal contropiede, ai rigori, dal colpo di testa alla scivolata di rapina in area piccola. Il futuro partirà da lui dopo la scommessa persa su Milik. Il polacco ha iniziato la sua avventura al Napoli con due crack al crociato, ha faticato, si è ripreso segnando in totale 48 gol in 121 partite nei quattro anni azzurri, ma ora è pronto per nuove sfide e stimoli.

Ha rifiutato il rinnovo, è conteso da Milan, Juventus e Atletico Madrid, il Napoli parte dai 32 milioni versati nel 2016 all’Ajax ma vorrebbe arrivare almeno a 40. Il mercato dirà la sua, per ora i tifosi azzurri hanno già detto la loro: “Meno male che abbiamo preso l’attaccante, Milik non lo reggo più”, scrive un supporter su Twitter e un altro gli fa eco: “Milik ti stai salvando in queste partite solo perché non c’è il pubblico nello stadio, altrimenti ti saresti beccato tanti di quei fischi”. L’ultima parola l’ha detta Gattuso al termine della gara contro l’Inter, la seconda consecutiva del polacco da titolare anche per la squalifica di Mertens: “”Milik non ha fatto una grandissima partita, mi aspettavo di più”. L’avventura azzurra finisce qua.