Gragnano. Botte da orbi in centro, aggredito un pensionato

Redazione,  

Gragnano. Botte da orbi in centro, aggredito un pensionato

Una discussione sfociata nel sangue. Prima sono volate parole grosse. Poi l’aggressione culminata con un pugno in pieno volto. La vittima è un settantaduenne di Gragnano, ricoverato all’ospedale “Santa Maria della Misericordia” di Sorrento. Le sue condizioni sono abbastanza gravi, ma non rischia la vita. A ferirlo, stando alla denuncia su cui stanno lavorando gli inquirenti, è stato l’ex cognato della figlia del pensionato. A scatenare la tensione, a quanto pare, ci sarebbero ruggini familiari per la separazione in corso tra la donna e il marito. Una rottura alquanto traumatica, con una escalation di tensione registrata proprio negli ultimi giorni. Tutto è accaduto nel giro di pochi minuti in via Vittorio Veneto, nel pieno centro di Gragnano.

Il settantaduenne era in compagnia della figlia, di 35 anni. I due si stavano recando presso un Caf della zona per sbrigare delle pratiche. La signora entra nell’ufficio mentre il padre decide di attenderla all’uscita. L’uomo è da solo quando all’improvviso viene raggiunto dall’aggressore. Si tratta dell’ex cognato di sua figlia. Basta poco per scatenare il panico. Stando alle prime ricostruzioni fatte dagli investigatori, l’uomo apostrofa in malo modo l’anziano. Ci sono insulti, offese, tutto a causa della difficile separazione della trentacinquenne con il marito.

In un attimo scoppia il finimondo. La signora si accorge di ciò che sta avvenendo fuori dal Caf e raggiunge frettolosamente il padre nel tentativo di allontanarlo e difenderlo dalla furia dell’aggressore. Ma non ci riesce. Anzi, la trentacinquenne – madre di due bambini – viene a sua volta colpita al viso con uno schiaffo. L’anziano cerca di trovare “riparo” all’interno del Caf quando l’aggressore, in preda a un raptus di folle violenza, si scaglia contro il pensionato fino a colpirlo con violenza con un pugno al capo. L’anziano crolla a terra, sotto choc. Nell’impatto si procura anche una profonda ferita all’altezza della tempia e perde copiosamente sangue. Mentre l’aggressore si allontana da via Vittorio Veneto e fa perdere le proprie tracce. Immediatamente scatta l’allarme. Sul posto arriva un’ambulanza del 118 che soccorre il malcapitato e lo trasporta all’ospedale “Santa Maria della Misericordia” di Sorrento. Qui medici e operatori sanitari prestano le prime cure all’anziano di Gragnano: viene predisposto l’urgente ricovero e si teme il peggio, a causa di un’emorragia.

Col passare delle ore, però, la situazione rimane stazionaria. La famiglia del pensionato ha comunque deciso di presentare una denuncia. Coordinati dai magistrati della Procura di Torre Annunziata, i carabinieri della stazione di Gragnano hanno avviato le indagini per chiarire i contorni della vicenda, fare chiarezza sull’aggressione e raccogliere quanti più elementi possibili sull’episodio. La notizia dell’aggressione all’anziano ha subito fatto il giro della città e del web. Tanti i commenti sparsi sul social network con numerosi cittadini che si sono mostrati preoccupati per le condizioni della vittima, che a questo punto non è in pericolo di vita.