Torre del Greco, campagna elettorale sul Maresca. Il nuovo comitato: «Basta spot e false promesse»

Eleonora Ciaravolo,  

Torre del Greco, campagna elettorale sul Maresca. Il nuovo comitato: «Basta spot e false promesse»
Gli attivisti del nuovo comitato

Torre del Greco. Un incontro per riallacciare i fili di una «battaglia» iniziata a settembre del 2011 e per prendere le distanze da qualsiasi tipo di strumentalizzazione politica in vista delle elezioni regionali del 20 e 21 settembre: «Ci esponiamo come cittadini uniti da un obiettivo comune, non come rappresentanti di movimenti politici», la premessa della manifestazione organizzata  dagli attivisti del «nuovo» comitato pro Maresca all’interno della villa comunale di corso Vittorio Emanuele.

Il gruppo, nato a tutela del diritto alla salute all’ombra del Vesuvio dalle ceneri del vecchio comitato, si è nuovamente riunito alla ricerca di iniziative per sensibilizzare ulteriormente la cittadinanza e le istituzioni sulla necessità di un reale potenziamento del pronto soccorso e dell’intero presidio ospedaliero da anni penalizzato da tagli e disservizi e finito in varie occasioni al centro di spot e promesse elettorali puntualmente dimenticate una volta finite le corse alle urne.

Elaborazione di idee per mantenere accesi i riflettori sul Maresca e la ricerca di una sede fissa per ospitare il comitato, i temi della serata. «La situazione al pronto soccorso continua a peggiorare. Con uno o due medici di turno non si riescono a fronteggiare i numerosi casi di emergenza, considerando che la struttura ospita anche un’alta percentuale di pazienti di Ercolano»,  ribadisce Michele Sorrentino, storico esponente del gruppo. «Siamo stanchi della solite passerelle dei politici in vista delle elezioni – rilancia Francesco Ballarano – dobbiamo reagire, vogliamo reali soluzioni».

Concetti già espressi in occasione della «parata» del governatore Vincenzo De Luca – giunto in città per la firma del protocollo d’intesa per il rilancio della lavorazione del cammeo e del corallo con le associazioni di categoria – quando diversi striscioni erano apparsi in varie zone di Torre del Greco: «Basta promesse in campagna elettorale – l’eloquente messaggio – vogliamo l’ospedale». Lo stesso Vincenzo De Luca, durante l’evento, aveva in vari passaggi sottolineato l’impegno della Regione Campania per il nosocomio di via Montedoro, riconosciuto come un importante e strategico punto di riferimento per l’intera zona vesuviana al punto da prevedere un investimento di 6 milioni di euro per la realizzazione di un nuovo polo chirurgico e di ulteriori reparti specialistici.

Impegni e promesse già ascoltati già nel 2015 – in occasione delle precedenti Regionali – e già alla vigilia delle comunali del 2018. Ma, fino a oggi, nulla è cambiato. Perciò gli attivisti del nuovo comitato Pro Maresca non si arrendono e chiedono che l’impegno profuso a parole dalla classe politica sia finalmente seguito da fatti che possano donare nuova linfa e dignità all’ospedale della quarta città della Campania.

©riproduzione riservata