Torre del Greco, scempio al cimitero: rifiuti, pericolo crolli e sosta selvaggia

albertodortucci,  

Torre del Greco. Non ci sono solo le aperture abusive del cimitero sotto i riflettori degli agenti di polizia piombati tra i viali dell’eterno riposo per accertare la veridicità di una denuncia arrivata in commissariato. A 48 ore dal blitz con cui è stata accertata la ricezione di una bara fuori dagli orari consentiti dall’apposito regolamento comunale trapelano ulteriori dettagli sulle indagini condotte dagli uomini in divisa guidati dal primo dirigente Antonietta Andria: la vicenda della violazione delle norme interne all’ente di palazzo Baronale, infatti, sarebbe solo la punta dell’iceberg delle «anomalie» al vaglio degli investigatori. D’altronde, il camposanto della quarta città della Campania è stato già al centro di diverse vicende giudiziarie, non ultima l’inchiesta sulla turbativa d’asta per la vendita di suoli per realizzare monumenti e cappelle.

Torre del Greco. Non ci sono solo le aperture abusive del cimitero sotto i riflettori degli agenti di polizia piombati tra i viali dell’eterno riposo per accertare la veridicità di una denuncia arrivata in commissariato. A 48 ore dal blitz con cui è stata accertata la ricezione di una bara fuori dagli orari consentiti dall’apposito regolamento comunale trapelano ulteriori dettagli sulle indagini condotte dagli uomini in divisa guidati dal primo dirigente Antonietta Andria: la vicenda della violazione delle norme interne all’ente di palazzo Baronale, infatti, sarebbe solo la punta dell’iceberg delle «anomalie» al vaglio degli investigatori. D’altronde, il camposanto della quarta città della Campania è stato già al centro di diverse vicende giudiziarie, non ultima l’inchiesta sulla turbativa d’asta per la vendita di suoli per realizzare monumenti e cappelle.

CRONACA