Boscoreale. Ai domiciliari investe un anziano, pusher ora in carcere

Boscoreale. Ai domiciliari investe un anziano, pusher ora in carcere


Ai domiciliari per droga, investe con la sua auto un anziano e scappa. Il pirata della strada è Antonio Auriola, 31 anni, pregiudicato, che ora si trova nel carcere di Poggioreale con l’accusa di omissione di soccorso. I carabinieri lo hanno identificato e arrestato grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza del pronto soccorso, dove il 31enne aveva abbandonato la vittima per poi darsi alla fuga. Per fortuna, la vittima non è in pericolo di vita. Il pirata della strada stava scontando una pena per spaccio di sostanze stupefacenti nell’ambito della maxi operazione denominata “Tortuga 2”. Operazione che aveva decimato le famiglie camorristiche dei Tasseri,che reggevano un enorme giro di affari nel Piano Napoli di via Settetermini. Nel blitz rimase coinvolto lo stesso Auriola, che all’epoca dei fatti (è il 2012) aveva 25 anni e che due anni dopo è stato condannato in via definitiva per detenzione ai fini di spaccio in concorso ad altri pusher in servizio nel popolare quartiere. In base a quanto disposto dal Tribunale di Torre Annunziata, al 31enne, detenuto in regime domiciliare, era consentito allontanarsi dal suo appartamento solo per due ore al giorno. Ed è in questo lasso di tempo che si è verificato il fatto e che, vista la dinamica, poteva avere conseguenze ben più gravi.