Santa Maria La Carità. Consulente accoltellato, il 48enne resta in prognosi riservata

Santa Maria La Carità. Consulente accoltellato, il 48enne resta in prognosi riservata


Un braccio davanti al torace, lì dove il coltello è andato a fondo, tanto da compromettergli gli organi vitali. Vicino al cuore la lama si è fermata ma ha comunque provocato danni. Vincenzo L. è stato trasferito dall’ospedale stabiese presso il Monaldi di Napoli, nel reparto cardiochirurgia. In prognosi riservata l’uomo era stato monitorato anche durante la notte quando, d’urgenza, è stato poi operato. Un versamento pericardico aveva allertato i medici che sono immediatamente intervenuti. Necessario anche la ricostruzione del ventricolo per riportare le condizioni di salute della vittima in modalità stazionaria.

Molti i dubbi che resta sul movente dell’aggressione ma anche sulla stessa dinamica. E’ possibile, infatti, che il consulente era diretto verso l’auto parcheggiata e, seguito, è stato poi bloccato dal suo aguzzino. O anche che il 48enne aveva proprio un appuntamento con la persona che si è resa poi l’autore dell’accoltellamento. Una lite sfuggita di mano. E mentre il titolare dell’agenzia di pratiche auto lotta tra la vita e la morte, gli investigatori hanno aperto la caccia al misterioso aggressore, che tale resta per adesso.