Castellammare. Rapina in gioielleria, condanne per 37 anni

metropolisweb,  

Castellammare. Rapina in gioielleria, condanne per 37 anni

Gragnano. Officina meccanica fantasma, sequestrata l'attività
Torre del Greco. Condannato il piromane del Vesuvio. Lacrime in aule: "Sono innocente"

 Si chiude con 3 condanne per 37 anni di carcere complessivi il processo per la rapina finita nel sangue ai danni della gioielleria Cimmino di via Annunziatella, a Castellammare di Stabia. A un anno esatto dal raid armato che si è concluso con il ferimento del titolare del negozio, Michele Cimmino, i giudici del tribunale di Torre Annunziata – il collegio è presieduto da Francesco Todisco – hanno emesso un verdetto pesantissimo. Condanne esemplari per tutti i protagonisti del raid, con pene che vanno dai 13 anni di galera per Antonio D’Agostino e Pasquale Cuciniello, agli 11 anni di cella inflitti a Domenico Palma. I presunti banditi, originari di Giugliano, sono accusati di aver messo a segno – il 23 marzo del 2017 – il colpo choc ai danni della gioielleria.

CRONACA