Manca il vaccino rotavirus in penisola sorrentina, scorte finite

Manca il vaccino rotavirus in penisola sorrentina, scorte finite

Manca il vaccino rotavirus in penisola sorrentina, scorte finite

Il vaccino rotavirus è divenuto introvabile. Neppure a pagarlo oro. Nulla. Zero tracce. Né al distretto sanitario dell’Asl di Sant’Agnello né al poliambulatorio di Moiano, nella zona alta di Vico Equense. E nessuno sa dire con assoluta certezza quando ci sarà un rifornimento. I disagi, manco a dirlo, restano all’ordine del giorno. Seppur non sia un vaccino obbligatorio, quello contro il rotavirus viene di solito somministrato soprattutto a neonati e bambini sotto i cinque anni tanto da essere inserito tra quelli “raccomandati” dallo stesso piano nazionale. Sia chiaro: l’Asl Napoli 3 Sud è al corrente della situazione e informalmente fa sapere che non «si tratta di un’emergenza». Di chi è la colpa? «La corsa al vaccino su scala nazionale che ha visto somministrare un gran numero di dosi» fanno sapere dall’azienda.

Nei giorni scorsi, presso il distretto sanitario di Sant’Agnello, era in calendario una somministrazione del vaccino. Un singolo caso riguardante un bambino. Ma in virtù dell’indisponibilità del vaccino si è rimandata la somministrazione. Inutile raggiungere Vico Equense, precisamente Moiano, dove c’è un altro centro. Stessi problemi.

L’azienda diretta dal direttore generale Antonietta Costantini conta di poter far tornare la situazione alla normalità a stretto giro. «Molto dipende dal fatto che su scala nazionale c’è stata un’elevatissima richiesta di vaccini rotavirus e dunque le scorte previste non sono bastate – fanno sapere dall’Asl -. Ma sia chiaro che non ci sono problemi. Il vaccino può essere fornito in più sedute, anche un paio. L’azienda si è immediatamente attivata per fronteggiare il caso».