Il bilancio in formato XBRL

metropolisweb,  

Il bilancio in formato XBRL

Il deposito dei bilanci concernenti l’esercizio 2014 dovrà avvenire con l’utilizzo della tassonomia XBRL in forma obbligatoria non solo per ciò che attiene il prospetto contabile costituito da stato patrimoniale e conto economico ma la nuova modalità riguarda anche la nota integrativa. La modifica è stata definitivamente introdotto dopo due anni di sperimentazione.

L’introduzione del formato XBRL anche per la nota integrativa, standardizzando le tabelle contenute nella stessa, incide positivamente sul procedimento di redazione del bilancio. In sostanza con la Nota Integrativa in formato XBRL si ha la capacità di parziale auto compilazione/controllo. Ciò significa che una volta inseriti i dati degli schemi quantitativi, la compilazione di parte delle tabelle (previste dall’art. 2427 c.c.) avverrà in automatico, evitando gli oneri e gli errori del reinserimento dei dati fermo restando che nella rappresentazione a video o stampa tali valori saranno riportati, anche più volte, nelle sezioni opportune

 

Non hanno l’obbligo  di adottare il nuovo formato i soggetti che presentano il bilancio consolidato per i quali quest’ultimo continuerà a essere pubblicato con gli schemi con il formato XBRL e con la nota integrativa in formato PDF/A, fino a quando non saranno introdottele tassonomie specifiche.

CRONACA