Scandalo alla Reggia di Caserta, bagni dei turisti nelle vasche

metropolisweb,  

Scandalo alla Reggia di Caserta, bagni dei turisti nelle vasche

Continuano i bagni nelle vasche della Reggia di Caserta, nonostante la presenza di custodi, volontari e agenti delle forze dell’ordine nei punti nevralgici, e di auto della polizia che pattugliano il lungo viale che dall’ingresso conduce attraverso il Parco Reale alla fontana di Diana e Atteone. Questa volta alcuni ragazzi, parte di una più ampia comitiva, approfittando della momentanea assenza di guardiani e agenti, si sono tuffati sia pure per poco in una delle vasche, protetti dagli amici che si sono parati davanti. A poche decine di metri, la cascata della fontana di Diana e Atteone, dove gli scorsi anni alcuni ragazzi facevano il bagno, passando anche dal contiguo bosco di San Silvestro, è invece presidiata e davanti alle scale che portano in cima alla cascata sono state poste delle transenne. Qualche ragazzo ha provato a rimuoverle, ma è stato fermato. “I finanzieri – dice una custode – sono già saliti due volte in cima alla cascata per evitare sorprese”.

CRONACA