Salvatore Bagni, il punto sul mercato

metropolisweb,  

Salvatore Bagni, il punto sul mercato

 E’ intervenuto l’ex ‘guerriero’ partenopeo Salvatore Bagni, il quale ha fatto il punto sul mercato partenopeo. Ecco i principali temi evidenziati. Klaassen ed Herrera:

 

“Klaassen è un obiettivo del Napoli da diversi mesi; è un calciatore che in questo schema tattico attuato da Sarri, può fare la mezz’ala, il vice Hamsik, oppure dare l’opportunità di cambiare modulo. Non so se arriverà, ma è un buon giocatore. Il Napoli ha bisogno di straordinari calciatori. Herrera mi piace molto ma ha un costo elevato. Negli schemi del Napoli è un po’ più difficile da collocare. E’ più disordinato ma molto tecnico”. Difesa, Koulibaly e Albiol– “Koulibaly resterà al cento per cento. Non è possibile pensare ad una Champions League senza lui. Con Albiol formerà ancora la coppia titolare. Bisogna avere dei giocatori di livello internazionale. Il Napoli con le potenzialità che ha può entrare tra le prime otto squadre d’europa. Dopo i primi 4-5 club più forti, il Napoli può batterle tutte”. Tonelli, il nuovo arrivato-“Tonelli bisogna giudicarlo sul campo. Vedendo il suo curriculum si può magari evincere che in serie A non ha disputato nemmeno 60 partite, ma non è questo il discorso da fare. Un giudizio dipenderà anche dalla collocazione che avrà in campo e, se Sarri, lo considererà un titolare oppure uno dei 4 difensori centrali”. Higuain e la clausola-“La mia sensazione è che arriveranno offerte. Ci sono squadre che possono spendere certe cifre, però dipenderà dalla volontà del giocatore”. De Laurentiis e un Napoli Europeo-“Per un Napoli Europeo Higuain deve restare. De Laurentiis, comunque, deve dare ai tifosi una squadra competitiva. Questo campionato si poteva vincere, il prossimo anno ci vorranno 16-17 giocatori di grande qualità, perché se giochi con 12-13 calciatori soltanto, alla fine paghi dazio. Quest’anno si sono persi punti proprio per una mancanza di giocatori all’altezza dei titolari”. Contratto Sarri-“La questione Sarri si concluderà positivamente, senza dubbio. Spero che possa restare per diversi anni. Devono dargli, ripeto, calciatori all’altezza dei titolari. Una rosa forte, se devi alzare l’asticella, deve avere calciatori di altri campionati. Chi vince, di solito ha calciatori forti, provenienti da tutta europa”.

CRONACA