Muore dopo aver mangiato una fetta d’anguria. Era già successo al padre

metropolisweb,  

Muore dopo aver mangiato una fetta d’anguria. Era già successo al padre

EBOLI – Avrebbe voluto rinfrescarsi mangiando una fetta d’anguria. Un desiderio che si è rivelato fatale per un 46enne di Eboli, stroncato probabilmente da un malore fulminante. La vittima era rientrata a casa da pochi minuti dopo esser uscito per una corsetta. L’uomo era, infatti, solito praticare jogging nelle prime ore della mattinata e sembra che non avesse mai accusato particolari problemi nel praticare il suo hobby. Ieri mattina, però, la sua passione l’ha tradito. Giuseppe Viviano, dopo la corsa, ha assaggiato una fetta di anguria. Pochi istanti dopo ha accusato una fitta che non ha lasciato scampo all’uomo, stroncato da un malore o da una congestione. Un tragico destino per l’uomo che anni fa aveva perso il padre in un modo molto simile. La notizia della sua scomparsa ha sconvolto l’intera comunità di Eboli dove Viviano era conosciuto e stimato.

CRONACA