Sorrento resta senza metà corso Italia, chiuso fino a inizio aprile

metropolisweb,  

Sorrento resta senza metà corso Italia, chiuso fino a inizio aprile

Riaprono i cantieri della metanizzazione e Sorrento torna a dover fare i conti con l’emergenza viabilità. Almeno fino a inizio aprile, metà corso Italia sarà completamente off-limits: si tratta in particolare del percorso compreso tra piazza Torquato Tasso e l’ospedale civile Santa Maria della Misericordia. Più o meno lo stesso avverrà per via Capo dove i cantieri saranno aperti soltanto durante la notte.
Gli interventi cominceranno lunedì prossimo e d’accordo con i vertici della Napoletanagas e della Cem – le due società titolari degli interventi – sono stati stabiliti i termini del dispositivo di mobilità. Fino al prossimo 10 febbraio, e poi dal 15 febbraio sino al 7 aprile, il tratto di corso Italia in direzione ospedale (fino all’altezza di villa Fiorentino) sarà, per tutti i giorni (e per l’intero arco delle 24 ore) chiuso al traffico veicolare. L’unica finestra di passaggio consentito è quella in occasione delle celebrazioni di Sant’Antonino, patrono di Sorrento. In via Capo, l’arteria chiave che conduce a Massa Lubrense, strada chiusa soltanto durante la notte dal 16 gennaio al 7 aprile. Ci sarà il senso unico alternato tra il civico 12 e l’hotel Settimo cielo. Divieto di transito per i mezzi pesanti con portata superiore a 3,5 tonnellate e autobus.
L’intervento per la metanizzazione sarà eseguito anche in località Seiano, a Vico Equense, in prossimità della galleria Santa Maria di Pozzano: di recente, l’Anas ha rilasciato la propria ordinanza che consente l’apertura dei cantieri.

CRONACA