Lobra, il progetto della discordia: fumata nera a Massa Lubrense

metropolisweb,  

Lobra, il progetto della discordia: fumata nera a Massa Lubrense

Fumata nera. Anzi, nerissima. Salta la conferenza dei servizi per il progetto di restyling di Marina della Lobra. Il piano da 15 milioni di euro resta dunque ancora bloccato. Il Comune di Massa Lubrense, all’ultimo minuto, ha deciso di rinviare la seduta dei lavori perché “non sono pervenute le integrazioni richieste dalla società concessionaria”. Ovvero da Marina della Lobra srl, titolare dell’accordo di project financing stipulato con l’amministrazione e che intanto ha già fatto causa al Comune chiedendo un risarcimento danni di 5 milioni di euro. Una battaglia legale che per tutta risposta, settimane fa, ha convinto il sindaco Lorenzo Balducelli a fare a sua volta ricorso alla giustizia civile invocando un risarcimento.
Fatta la somma, ecco il totale: passa ancora il tempo e di luci in fondo al tunnel per il rilancio tanto atteso del borgo dei pescatori rimane sub-judice. Il rinvio della conferenza dei servizi, a detta del Comune, era doveroso. E nonostante all’appuntamento in municipio si fossero regolarmente presentati i delegati di Regione Campania e Genio civile si è stabilito di posticipare il vertice a data da destinarsi. Secondo il Comune di Massa Lubrense, la società Marina della Lobra deve far pervenire in sede di conferenza di servizi le “deduzioni” sulle indicazioni segnalate in una precedente riunione da parte della Capitaneria di Porto. Un passo, a detta dell’ente, che non è stato ancora eseguito. A ciò si abbina, a detta sempre dell’amministrazione comunale, la mancanza di chiarezza da parte della società di progetto circa la “volontà di procedere all’adempimento degli obblighi assunti dal contratto di concessione”. In parole povere: secondo il Comune, con la citazione in giudizio, non si è capito se Marina della Lobra srl vuole un risarcimento e soprattutto non intende più eseguire i lavori. Dal suo canto, invece, la società di progetto è dell’opinione che le integrazioni richieste in sede di conferenza di servizio dovrebbero essere formulate secondo altre modalità.
Alla fine, il tavolo si ferma ancora una volta mentre proseguono gli strascichi legali in sede civile. Il Comune di Massa Lubrense chiede un risarcimento record alla società Marina della Lobra srl pari a 15 milioni di euro, cioè l’importo dei lavori di riqualificazione del borgo marinaro mentre a sua volta la società invoca al Tribunale di Torre Annunziata la condanna dell’amministrazione pari a 5 milioni di euro.

CRONACA