Juventus-Real Madrid 1-4. CR7 super, maledizione bianconera continua

metropolisweb,  

Juventus-Real Madrid 1-4. CR7 super, maledizione bianconera continua

Niente Triplete per la Juventus di Massimiliano Allegri. I bianconeri escono sconfitti dalla finale di Champions League del Millennium Stadium di Cardiff, battuti per 4-1 dal Real Madrid di Zinedine Zidane, che si conferma così sul tetto d’Europa. Avvio sicuro e brillante della Juventus, con Higuain desideroso di lasciare il segno. Al 3’ il ‘Pipita’ si avvita di testa su un cross di Madzukic, al 4’ impegna in due tempi Navas con una sberla di destro. Il portiere dei Blancos strappa applausi al 7’, deviando con la mano aperta una conclusione da fuori di Pjanic. Le ‘Merengues’ si scuotono presto e, al 20’, vanno in vantaggio con Ronaldo, bravo ad iniziare e a chiudere l’azione con un tiro che finisce alle spalle di Buffon con leggera deviazione di Bonucci. Passano 7’ ed i bianconeri pareggiano: Higuain serve in area Mandzukic, che si esibisce in una grande rovesciata che beffa Navas per l’1-1. L’ultimo spunto del primo tempo è di Casimiro, che al 45’ mette fuori da distanza siderale. Il Real è più arrembante ad inizio ripresa, con Buffon che, al 9’, deve distendersi per dire no a Modric. Al 16’, però, i campioni d’Italia capitolano con una conclusione da fuori da Casimiro resa imparabile da un tocco di Khedira. Tre minuti dopo è Ronaldo a chiudere i conti o quasi, facendosi trovare pronto nell’area piccola su cross al bacio di Modric. Sotto 3-1, la Juve perde la sua proverbiale grinta e non sa più risollevarsi. Ronaldo e Benzema si rendono ancora pericolosi, tra i piemontesi è il solo Alex Sandro a crearsi un’occasione con un colpo di testa che, al 37’, si spegne a lato di poco. Nel finale Cuadrado, appena entrato, rimedia una seconda ammonizione esagerata che lascia i suoi in dieci permettendo alle ‘Merengues’ di gestire il vantaggio e portare a casa la coppa. Il Real Madrid, grazie al successo, si guadagna anche la sfida contro il Manchester United dell’ex Mourinho, vincitore dell’Europa League, in programma il prossimo 8 agosto a Skopje, alla National Arena Filip II di Macedonia: in palio la Supercoppa Europea. A fine anno, poi, i blancos voleranno negli Emirati Arabi Uniti per il Mondiale per club, in programma dal 6 al 16 dicembre. Già qualificati l’Al Jazira, i neozelandesi dell’Auckland City e i messicani del Pachuca.

CRONACA