Benevento, record negativo in A: 9 ko su 9. Baroni verso l’esonero, spunta Reja

metropolisweb,  

Benevento, record negativo in A: 9 ko su 9. Baroni verso l’esonero, spunta Reja

Tocca il fondo il Benevento di Marco Baroni asfaltato in casa dalla Fiorentina e fischiato a fine gara dai tifosi. I viola dominano l’incontro, si impongono per tre a zero e volano a quota tredici in classifica a pari punti con il Milan. Per il Benevento il tunnel e’ veramente senza fine; i sanniti continuano a mancare l’appuntamento con il primo punto della propria storia nella classifica di Serie A: si tratta del nono ko in altrettante giornate di campionato, un record al contrario. Mai nessuna squadra aveva fatto peggio, il primato negativo fino a oggi apparteneva al Venezia della serie A ’49-’50, otto ko di fila. Almanacchi a parte, conta per il Benevento il fatto che restano inchiodati a zero punti in classifica. Baroni cambia modulo, si inventa un centrocampo a rombo con Cataldi come play alto e Ciciretti seconda punta accanto a Iemmello, ma sono scelte cervellotiche che non pagano. La squadra viola impiega meno di venti minuti a passare in vantaggio: erroraccio di Djimsiti in uscita, Venuti si perde Simeone che serve al bacio l’inserimento vincente di Benassi per il facile gol del vantaggio. Il Benevento prova una timida reazione. Iemmello e’ inesistente. L’unica occasione e’ su un bel tiro di Cataldi che si infrange sul palo a Sportiello battuto. La gara del Benevento finisce qui. Nella ripresa Pioli toglie Simeone per inserire Babacar che va subito in rete: Laurini trova Veretout, il francese serve il centravanti senegalese che segna con un facile tapin. L’arbitro con la tecnologia Var accerta la regolarita’ della posizione della punta. I viola arrotondano il risultato con un Calcio di rigore al 66esimo minuto: Brignoli stende Babacar lanciato a rete (azione viziata pero’ da un fallo a centrocampo su Cataldi) e Thereau trasforma impeccabilmente dal dischetto. Il match si chiude qui. I viola si fermano, sul Benevento cala la notte. La squadra esce tra i fischi di tutti i settori del “Vigorito” e ora i tifosi chiedono la testa dell’allenatore della promozione Baroni. Sono ore decisive per l’allenatore che rischia l’esonero. In città si parla di contatti presi dalla società con Edy Reja e De Zerbi. 

CRONACA