Calcio: Hysaj, Napoli vinca a Udine, poi sotto col Psg. ‘Sabato sarà una gara difficile, ma possiamo dire la nostra’

Redazione,  

Calcio: Hysaj, Napoli vinca a Udine, poi sotto col Psg. ‘Sabato sarà una gara difficile, ma possiamo dire la nostra’
epa06156709 Christophe Jallet (R) of Nice in action against Elseid Hysaj (L) of Napoli during the UEFA Champions League playoff, second leg soccer match between OGC Nice and SSC Napoli in Nice, France, 22 August 2017. EPA/SEBASTIEN NOGIER

Napoli – Il Napoli è pronto per ripartire in campionato, con tutta l’intenzione di fare bottino pieno adUdine e prepararsi così al meglio per la trasferta di Champions League di mercoledì. “L’Udinese sarà un avversario fastidioso, come tutti gli anni. Vengono da tre partite perse e sono ancor più concentrati ma troveranno un Napoli egualmente concentrato per vincere”, dichiara alla vigilia della partenza per il Friuli Elseid Hysaj, che conosce i pericoli della sfida di sabato sera alla Dacia Arena, ma è fiducioso nella forza della sua squadra.”Siamo tutti pronti – dice ai microfoni di Radio Kiss Kiss -anche per rimanere in una posizione di vertice. Il campionato non è chiuso. D’altro canto se si chiude con sei punti di distacco, è inutile giocare. Ci saranno ancora tante emozioni.Con tutte le squadre possiamo giocarcela, senza esclusioni”. L’esterno difensivo albanese non mette limiti alle possibilità del Napoli. Neppure in Champions e fa riferimento all’impegno di mercoledì prossimo a Parigi contro i campioni diFrancia. “Se abbiamo vinto col Liverpool – osserva – possiamo vincere anche col PSG, basta pensare a fare le cose che sappiamo fare, con serenità. Non bisogna pensare troppo all’attacco dei francesi. Anche loro si preoccuperanno del Napoli e del fatto che col Liverpool la difesa azzurra non abbia subito gol.Abbiamo una grande squadra anche noi, proprio come loro”. Il valore aggiunto della squadra azzurra è l’allenatore.Anche Hysaj è entusiasta di Ancelotti, sia come tecnico che come uomo. “Lavorare con Ancelotti – dice – è bellissimo. L’ho sempre visto in tv allenare i grandissimi. E’ una bravissima persona, prima di essere un buon allenatore. Sa ridere, sa scherzare, sa qual è il suo posto. Ha qualcosa di speciale, ma non sappiamo cosa. E’ stato bravo ad entrare subito nel nostro cuore e in quello della città. Speriamo di continuare così”. Anche dei suoi compagni di squadra ha un giudizio estremamente positivo. “Insigne – osserva – è un bravissimo ragazzo, è sempre stato un giocatore importante per il Napoli.Ha tecnica, intuizione. Ancelotti ha fatto bene ad avvicinarlo alla porta per poterlo sfruttare meglio. Malcuit mi piace, è un bravissimo ragazzo. La concorrenza fa bene nel lavoro. Verdi? Ci avevo giocato insieme ad Empoli, è un gran giocatore e può migliorare ancora. Diventerà un calciatore devastante”. Hysaj desidera tanto segnare un gol, il suo primo in serie A.”Speriamo che arrivi presto – dice – lo vorrei dedicare a mio figlio, anche perché non ne faccio tanti. Sono venuto dal niente- conclude l’albanese – ma i sacrifici portano dei risultati incredibili, ho giocato la Champions League e con la Nazionale.Per me è un orgoglio portare il mio nome dietro la maglietta”.

CRONACA