Castellammare. “S” in stile nazista in Villa, bufera sul consigliere Sica

Francesco Sabatino,  

Castellammare. “S” in stile nazista in Villa, bufera sul consigliere Sica

Due “s” stilizzate – un presunto richiamo al nazismo su uno striscione esposto in villa comunale a Castellammare da GioventĂą Nazionale – che fanno gridare allo scandalo in una cittĂ  Medaglia d’Oro al merito civile per la resistenza. Un riferimento agli anni piĂą bui della storia dell’umanitĂ , che trova traccia nella memoria dei caduti e delle persecuzioni subite da milioni di persone a causa del razzismo. Le “s” stilizzate erano il simbolo delle “Schutzstaffel”, un’organizzazione paramilitare del partito Nazionalsocialista tedesco, ai tempi di Adolf Hitler. A sollevare il caso sono stati gli esponenti della sinistra stabiese. «Sono cose di una gravitĂ  inaudita, mi auguro che il sindaco prenda immediatamente le distanze » – ha dichiarato Tonino Scala, consigliere comunale di Liberi e Uguali, annunciando anche un’interrogazione consiliare. «Lo stile delle “s” è solo un caso, non c’e’ alcun riferimento al nazismo. Noi ripudiamo il nazismo. – s’è affrettato a spiegare Ernesto Sica, consigliere comunale di Fratelli d’Italia – Per far rientrare la frase in spazi ristretti, dato che la “S” si prende molto spazio, è stata fatta piĂą ristretta in modo tale da ridurre gli spazi. Così facendo però a quanto pare si è ottenuto un risultato grafico del tutto involontario. Non c’è stata alcuna intenzionalitĂ  nel far sembrare le s simili a quelle delle “ss” naziste». Un chiarimento quello di Sica che non è bastato alla sinistra locale: «Se è stata commessa una gaffe, chiedete scusa».

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o sulla versione digitale http://metropolis.ita.newsmemory.com/

CRONACA