Champions: Napoli; in 45.000 per sognare subito gli ottavi. Se il Psg non vince, gli azzurri passano battendo la Stella Rossa

Redazione,  

Champions: Napoli; in 45.000 per sognare subito gli ottavi.  Se il Psg non vince, gli azzurri passano battendo la Stella Rossa
NAPLES, ITALY - SEPTEMBER 17: Supporters of SSC Napoli cheer their team after the Serie A match between SSC Napoli and Benevento Calcio at Stadio San Paolo on September 17, 2017 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images))

NAPOLI  –  Il Napoli si mette alle spalle il deludente pareggio con il Chievo, che permette alla Juventus di allungare la fuga in testa alla classifica: ora i bianconeri sono a +8 punti e la rincorsa si fa più difficile. Carlo Ancelotti cerca di tirare fuori il buono dalla partita di ieri, trasformandola in una lezione per il match di mercoledì sera, quando nello stadio San Paolo arriverà la Stella Rossa Belgrado nella penultima giornata del girone di Champions League.    “Siamo partiti troppo blandi, c’è sicuramente da preoccuparsi, ovvero da occuparsi prima, della gara contro la Stella Rossa che sarà molto simile a questa”, ha detto il tecnico nel pre partita sapendo già che contro i serbi i tre punti sono vitali. La vittoria potrebbe portare infatti il Napoli già agli ottavi con una giornata di anticipo in caso di vittoria del Liverpool in casa del Paris Saint Germain o in caso di pareggio tra francesi e inglesi, in questo caso per il maggiore numero di gol segnati negli scontri diretti contro Mbappe’ e compagni. Insomma, se il Psg non vince e il Napoli batte la Stella Rossa il girone di ferro dà già il suo verdetto, inatteso a inizio stagione. Una chance che il Napoli vuole provare a sfruttare fino in fondo, considerando poi la difficoltà dell’ultimo turno in casa del Liverpool.    A sospingere gli azzurri ci sarà il calore del San Paolo che si annuncia con 45.000 spettatori: tra loro anche 2600 tifosi serbi che andranno gioiosamente a mischiarsi in curva B con i tifosi napoletani in virtù del gemellaggio tra sostenitori. Clima rilassato, anche se resta alta l’attenzione delle forze dell’ordine sia nella giornata di avvicinamento alla partita che nella serata del match: il timore è di possibili incroci pericolosi tra cani sciolti delle due tifoserie.    Ancelotti si avvicina alla gara pronto a schierare il Napoli più in forma e accoglie tra gli undici a disposizione, ma non per l’Europa visto che non è in lista Uefa, anche Amin Younes che è tornato ad allenarsi in gruppo. Intanto il legale del Napoli Mattia Grassani, fa intravedere la possibilità che le contestazioni sulle presunte ingiustizie arbitrali nel campionato scorso possano finire in tribunale: “Il presidente – ha detto a Radio Marte –  è un amabile provocatore che mette sul piatto tematiche interessanti. Non ci sono rapporti tra me e lui relativa a questo tema, ma spesso ho sentito De Laurentiis discutere di ciò perchè lui paga per un servizio, lo offre, fa girare l’economia e si trova di fronte a tanta incapacità che qualcuno deve risarcire”.

CRONACA