Crisi rifiuti a Torre del Greco: ricorso lampo al Tar Campania contro Comune e Buttol

Alberto Dortucci,  
Alberto Dortucci,  

Crisi rifiuti a Torre del Greco: ricorso lampo al Tar Campania contro Comune e Buttol

Scafati. Aliberti ha raggiunto Roccaraso, colloqui limitati con la moglie e con il padre e la madre su decisione dei giudici
Torre del Greco-Ercolano. Riciclava il cioccolato rubato, condannato fratello del pentito

Torre del Greco. Non c’è pace per l’appalto dei rifiuti a Torre del Greco. Neanche il tempo di salutare l’atto con cui il sindaco Giovanni Palomba ha cacciato il consorzio Gema e affidato per sei mesi alla ditta Buttol la gestione dei servizi di igiene urbana e il colosso della Nu con sede legale a Pagani – vincitore della gara promossa dalla precedente amministrazione comunale targata Ciro Borriello – presenta ricorso al Tar Campania per annullare il provvedimento.

Il colpo di scena è arrivato a 24 ore dalla firma dell’ordinanza, sotto forma di ricorso urgente con richiesta di sospensiva: circa trenta pagine destinate a scrivere un nuovo capitolo di un braccio di ferro fino a oggi durato 18 mesi.

I tempi sono stretti: secondo le linee guida tracciate dallo storico figlioccio della Dc all’ombra del Vesuvio entro sette giorni la ditta Buttol avrebbe dovuto prendere possesso del cantiere di Torre del Greco, ma il ricorso è destinato a mettere tutto nuovamente in discussione.

+++ tutti i dettagli su Metropolis Quotidiano OGGI in edicola +++

CRONACA