Amzar, vita appesa a un filo In fila per donare il sangue

Redazione,  

Amzar, vita appesa a un filo In fila per donare il sangue

POGGIOMARINO – Amzar lotta in un letto d’ospedale, sospeso tra la vita e la morte. Le sue condizioni sono stazionarie, ma i medici preferiscono non sbilanciarsi in facili ottimismi. Da due giorni nel corridoio dell’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore ci sono i genitori del ragazzo di 15 anni caduto da un’altezza di dieci metri dopo essersi arrampicato su un’impalcatura per recuperare un pallone rimasto bloccato su una tettoia di plastica. Un maledetto tiro, troppo forte, che rischia di cambiare per sempre l’esistenza di un giovane dallo sguardo sveglio e con una vita da vivere davanti a sé.

Andrea Ripa

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o vai alla versione digitale http://metropolis.ita.newsmemory.com/ 

CRONACA