Santa Maria La Carità. Resta in coma l’aspirante chef. Gli amici: «Non mollare»

Elena Pontoriero,  

Santa Maria La Carità. Resta in coma l’aspirante chef. Gli amici: «Non mollare»

Nessuna buona notizia per lo chef coinvolto nel grave incidente, il sostegno social degli amici sul web: «Sei forte non mollare».

Ancora in coma Giovanni Ascione l’aspirante chef de La Sonrisa. Il 21enne di Castellammare di Stabia, di rientro a casa dopo una giornata di lavoro dietro ai fornelli, ha finito la sua corsa in sella allo scooter in via Cappella dei Bisi. Un urto violento nella notte di venerdì e Giovanni Ascione ha fatto un volo di alcuni metri, atterrando con il viso sul parabrezza anteriore di un’auto. Ad avere la peggio è stato Giovanni Ascione che, nonostante indossasse il casco, non è uscito indenne dallo scontro violento, riportando un trauma cranico e la frattura della mandibola.

Dal senso opposto di marcia c’era la vettura guidata da un 25enne di Pimonte, un allevatore, che adesso rischia grosso perché accusato di lesioni personali stradali gravissime. Le condizioni di Giovanni restano stazionarie e per lui i parenti e gli amici si sono riuniti in gruppi di preghiere. Diplomato all’istituto alberghiero, il 21enne di Castellammare di Stabia, aveva deciso di trasformare la propria passione in lavoro, affiancando gli chef stellati del complesso turistico La Sonrisa, per carpirne i segreti. Fiero del suo copricapo da cuoco provetto, Giovanni Ascione posa in alcune foto con i colleghi di cucina. Tifoso del Napoli e forse anche della Juve Stabia, la squadra di calcio della sua città, che ha conquistato la serie B.

 

CRONACA