Braccio di ferro Isecold, ping pong Comune-Mise. Ora deciderà la Regione

Redazione,  

Braccio di ferro Isecold, ping pong Comune-Mise. Ora deciderà la Regione

TORRE ANNUNZIATA – I re del porto non si arrendono. L’impianto delle cisterne dei veleni «si deve fare». Non si arrendono e vogliono a tutti i costi che i due «bidoni» con all’interno idrocarburi vengano piazzati sulla spiaggia della vergogna, la Salera. Lontani dal progetto di rilancio turistico insistono e nei giorni scorsi hanno inviato una missiva alla procura e alla regione Campania. Nella lettera la nuova richiesta di ampliamento supportata da un lungo incartamento. In alto l’intestazione «avvio della procedura di ampliamento del deposito costiero di oli minerali con l’incremento della quantità stoccabile inferiore al 30% dell’attuale autorizzata».

Giovanna Salvati

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o vai alla versione digitale http://metropolis.ita.newsmemory.com/ 

CRONACA