Elezioni a Sorrento, ex assessori verso la candidatura: Gargiulo in vantaggio su Milano

Salvatore Dare,  

Elezioni a Sorrento, ex assessori verso la candidatura: Gargiulo in vantaggio su Milano

Un vero e proprio testa a testa per conquistare la candidatura a sindaco di Sorrento. E’ quella che vede “duellare” a distanza due ex assessori. Si tratta di Mario Gargiulo, leader del movimento civico “Sorrento ci sto”, e l’avvocato Gaetano Milano, amministratore delegato della Fondazione Sorrento. Salvo clamorosi colpi di scena, i due si giocano le chance per diventare il candidato della maggioranza uscente. Alle trattative, evidentemente, sta prendendo parte anche il sindaco uscente Giuseppe Cuomo, il quale – fresco di adesione alla Lega dell’ex ministro Matteo Salvini – è sempre più vicino a ottenere un posto nella lista del Carroccio alle elezioni Regionali di questa primavera. Il candidato sindaco della maggioranza verrà individuato ufficialmente entro e non oltre le prossime due settimane. Chi è in vantaggio è senza alcuna ombra di dubbio Gargiulo, che può contare sull’apporto dell’ex consigliere provinciale Raffaele Apreda oltre che di diversi esponenti di maggioranza. Lo insida Milano, avvocato con la passione per la politica che da qualche anno – dopo essere stato in giunta con Cuomo e anche con gli ex sindaci Marco Fiorentino e Ferdinando Pinto – ha deciso di occuparsi della Fondazione Sorrento, l’ente partecipato dal Comune e presieduto dall’armatore della compagnia marittima Msc, Gianluigi Aponte. Non trova conferme l’ipotesi che conduce all’ex presidente del consiglio comunale Emiliostefano Marzuillo. Né ci sono conferme di un possibile cambio di strategia che possa addirittura coinvolgere l’ex assessore Federico Cuomo, cugino dell’attuale primo cittadino. La partita sembra oramai a due.  Sul fronte opposto, continua a lavorare l’altro ex assessore pronto a correre per la fascia tricolore, Massimo Coppola, che lo scorso novembre ha deciso di lasciare l’esecutivo cittadino e appare meno vicino di Mario Gargiulo alla sua (ex) maggioranza.

CRONACA