Coronavirus, prima vittima a Sorrento. Attesa per 15 tamponi in penisola

Salvatore Dare,  

Coronavirus, prima vittima a Sorrento. Attesa per 15 tamponi in penisola

Un paziente di Sorrento risultato positivo al coronavirus deceduto. Due nuovi contagiati, il primo a Piano di Sorrento e il secondo a Meta. E altri 15 tamponi in attesa di verdetto.

L’emergenza coronavirus si aggrava e in penisola sorrentina sale la preoccupazione. I sindaci continuano a chiedere massimo rigore ai cittadini, invitati a più riprese a rimanere in casa e a uscire soltanto per motivi di assoluta necessità. Perché il Covid 19 continua ad avanzare e l’incubo di nuovi contagi è estremamente reale. Ieri mattina, sono arrivate nuove brutte notizie. Dopo il decesso dell’ottantacinquenne di Sorrento ricoverato al Covid Hospital di Boscotrecase – si tratta di L.G., 85 anni -, è arrivata l’ufficialità del tampone positivo di un cittadino di Piano di Sorrento. Il paziente è stato ricoverato in subintensiva all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Sorrento.​La notizia è stata divulgata dal sindaco di Piano di Sorrento Vincenzo Iaccarino che, a più riprese, rilancia la necessità a rispettare le regole. Non solo, proprio il primo cittadino ha chiarito che ci sono altri 15 tamponi in attesa di verdetto. Si tratta di casi sospetti e la paura è che il coronavirus possa aver aggredito altri cittadini. La situazione è delicata e nelle tende pre triage dei presidi sanitari di Sorrento e Vico Equense c’è un boom di pazienti. Lo ha sottolineato chiaro e tondo anche il sindaco di Sant’Agnello, Piergiorgio Sagristani, medico a Vico Equense.

​Secondo contagiato anche a Meta. E’ la moglie del settantacinquenne risultato positivo al tampone dopo aver effettuato una dialisi presso il centro Asl di Sant’Agnello (i locali sono stati subito sanificati). La donna, come rilancia il sindaco Giuseppe Tito, versa in buone condizioni. Lo stesso Tito, su Facebook, ha detto che anche gli stretti familiari della coppia – i due pazienti sono ospedalizzati – verranno sottoposti a tampone per capire se anche loro hanno contratto il coronavirus. Non finisce qui. L’intera comunità attende l’esito del tampone per il pediatria Gianfranco D’Alessio, come snocciolato sui social sempre dal sindaco Tito. “Non presenta alcun sintomo tipico della malattia e aspettiamo buone notizie” le parole del sindaco.​Stabili le condizioni anche del paziente di Vico Equense che è in quarantena presso il proprio domicilio. Intanto le amministrazioni comunali stanno lavorando sodo per oliare il sistema di rientro dei circa 300 marittimi della penisola sorrentina che, a scaglioni, torneranno a casa nel corso delle prossime settimane. Prende sempre più corpo l’ipotesi di requisire temporaneamente strutture ricettive al momento chiuse.

CRONACA