Lei isolata a Sorrento, lui contagiato a Boscotrecase. I coniugi di Gragnano divisi dal Coronavirus

Elena Pontoriero,  

Lei isolata a Sorrento, lui contagiato a Boscotrecase. I coniugi di Gragnano divisi dal Coronavirus

Sale il numero dei contagi a Gragnano, sei i casi accertati ma si è in attesa di altri due tamponi che potrebbero far alzare ancora la lancetta dell’allarme e della preoccupazione. L’ultimo contagio è stato registrato in località Iuvani. Il sesto tampone che ha dato esito positivo è stato effettuato a un 57enne della zona collinare, un piccolo rione che si posiziona tra i due Comuni di Gragnano e Pimonte. L’uomo, un veterinario, era stato di recente ricoverato per un intervento chirurgico poi dimesso e rientrato a casa. Purtroppo tutto in piena emergenza sanitaria. Tra i dubbi, infatti, resta anche un possibile contagio durante la degenza in uno degli ospedali del Vesuviano. Una volta ritornato a Iuvani, il 57enne medico degli animali ha cominciato ad accusare sintomi allarmanti, con un aumento della temperatura che ha fatto scattare l’immediata richiesta del test per il covid-19, da parte del medico di famiglia. I medici del 118 hanno raggiunto il 57enne a Iuvani e lo hanno trasportato presso l’ospedale di Castellammare di Stabia, dove è rimasto fino all’esito del tampone poi il veterinario è stato trasferito a Boscotrecase, presidio ospedaliero riorganizzato per i casi da coronavirus. A poche ore dal ricovero dell’uomo anche la moglie ha cominciato a stare male, tanto da sottoporsi a un tampone urgente per una febbre alta che ha spaventato la donna e i due figli che vivono nella stessa abitazione. Nuovamente l’ambulanza è ritornata a Iuvani e, constatati i sintomi della donna, la decisione dei medici è stata quella di trasportarla presso l’ospedale di Sorrento dove a oggi (ndr) resta in attesa dell’esito del test. Due coniugi uniti dallo stesso dramma e separati per le cure in due diversi ospedali. Intanto anche per i due figli, in quarantena obbligatoria, è stato richiesto il test per il coronavirus. Tutto si sarebbe svolto di notte, ma presto la notizia ha fatto il giro del web. «C’è stata confusione e questo non è affatto il momento di azzardare notizie su quanto possa essersi appreso con leggerezza – tuona il sindaco Paolo Cimmino – Il sesto caso annunciato ieri si riferisce al tampone risultato positivo per un uomo di 57 anni. Diversamente è stato divulgato che si tratterebbe di una dipendente comunale. L’impiegata dell’ente ha effettuato il tampone ma a oggi (ndr) non abbiamo avuto ancora l’esito. La dipendente, inoltre, era già da tempo in smart working». Un caos generato da chi ha assistito all’arrivo del 118 presso l’abitazione della dipendente comunale che è stata prelevata dai medici ed è ricoverata presso l’ospedale Maresca di Torre del Greco, in attesa dell’esito del tampone che potrebbe, comunque, avvenire a breve. Così come dovrà essere accertato il possibile contagio da parte della moglie del veterinario che, però, potrebbe aver contratto il covid per essere stata a diretto contatto con il marito, durante i giorni di post-dimissioni dall’intervento chirurgico a cui l’uomo si era sottoposto.

CRONACA