Alberto Dortucci

Torre del Greco, la tregua è finita. Spunta un nuovo contagio

Alberto Dortucci,  

Torre del Greco, la tregua è finita. Spunta un nuovo contagio

Dopo tre giorni di speranza, Torre del Greco torna a segnare un nuovo aumento di contagiati in città. A darne l’annuncio, nella serata di ieri, una nota del sindaco Giovanni Palomba che, al contempo, è stata registrata, anche la notizia della guarigione di un altro cittadino.Sono questi i dati che vengono fuori dal bollettino della cinquantaduesima giornata consecutiva di lavoro del C.O.C., il centro operativo comunale, in attività permanente nella Sala Giunta di Palazzo Baronale. A Torre del Greco, dunque,sono 8 gli ospedalizzati, 10 quelli in isolamento domiciliare, 54 quelli guariti dal Covid. Resta, fortunatamente, ancora stabile invece il numero dei decessi che si è fermato a 20. Nella giornata di ieri, infatti, sono stati 13 i tamponi eseguiti di cui 12 negativi e uno positivo.

“Si resta, tuttavia, in attesa – nelle prossime ore – dei risultati dei tamponi già effettuati e ancora al vaglio delle indagini di laboratorio” le parole del sindaco che ha anche affrontato il tema dei controlli e della sicurezza in città.Abbiamo registrato – ha precisato il sindaco Giovanni Palomba – anche per la giornata di ieri una situazione pienamente gestita e controllata sull’intero territorio comunale, grazie al lavoro svolto dalle Forze dell’Ordine, e, grazie all’impegno dei cittadini torresi. Sicuramente, non ci troviamo ancora nella condizione di poter dire che siamo fuori dall’emergenza epidemiologica, purtroppo, in atto. Per questo rinnovo il mio appello alla comunità cittadina e l’invito alla massima prudenza. Bisogna ancora restare a casa” l’analisi del primo cittadino di Torre del Greco.

Che ha anche parlato di fase due: “Da oggi inizieremo a lavorare, in modo più concreto e diretto alla organizzazione e gestione della cosiddetta Fase 2 nella quale dovremmo addentrarci con l’ingresso del prossimo mese di maggio. Rispettare il distanziamento sociale e i dispositivi di contenimento e contrasto previsti dal Governo è determinante più che mai per il rispetto della collettività intera” le parole del sindaco. Parole che, dunque, fanno trapelare un certo ottimismo anche se ieri, soprattutto sui social, non sono mancate le fake news relative all’ipotesi di assembramenti addirittura sulla spiaggia della Litoranea. Per alcune ore, infatti, è circolata la foto di alcune persone al mare intente a prendere la tintarella. Foto scattata, presumibilmente, diversi mesi fa e dunque non veritiera.

CRONACA