Juve Stabia. Calò: «Dispiacerebbe salutare tutti senza giocare»

michele imparato,  

Juve Stabia. Calò: «Dispiacerebbe salutare tutti senza giocare»

Se il campionato di B non dovesse riprendere ci sarebbe un addio anticipato per quei calciatori sicuri di andare via a fine campionato. Come nel caso di Giacomo Calò. Il regista della Juve Stabia dopo questa stagione si legherà al Genoa, club che l’ha già acquistato l’estate scorsa parcheggiandolo a Castellammare. Una scelta per consentire al giovane play (23 anni) di poter farsi le ossa in serie B, campionato mai giocato prima di quest’anno.
“Dispiacerebbe senza dubbio lasciare così la Juve Stabia – dice Giacomo Calò – perchè sono molto legato ai miei compagni di squadra e a tutto l’ambiente stabiese. In tre anni sono cresciuto sotto tutti gli aspetti qui e devo solo dire grazie alle persone che hanno creduto in me. Vedremo il futuro cosà mi riserverà…”.
Dopo essere stato uno dei protagonisti indiscussi della cavalcata trionfale dell’anno scorso, anche quest’anno in serie B Giacomo Calò sta dimostrando le sue qualità. “Dopo un inizio difficile siamo stati bravi a reagire e trovare fiducia in noi stessi – dice il regista delle Vespe –
Ci siamo sbloccati mentalmente e anche io. Per quanto riguarda gli assist posso dire di essere agevolato dal fatto che calcio le punizioni e gli angoli e devo ringraziare i compagni che la buttano dentro”.
La settimana scorsa è trascorso esattamente un anno dai festeggiamenti promozione della Juve Stabia e di tutta la città. Non solo i tifosi ma anche i calciatori hanno ricordato quel 20 aprile sui loro social. Foto dei festeggiamenti dopo la vittoria sulla Vibonese e i video sono stati rispolverati con un pizzico di orgoglio per un’impresa che resta scolpita nella storia.
Sembra tutto così surreale e così lontano il ricordo visto il momento particolare che si sta vivendo in Italia per questa pandemia con tutto fermo. “Ricordo tutto benissimo e ancora oggi quando vedo i video sui social mi vengono in mente tutti i momenti passati – dice Calò – il ricordo più bello è stato il momento della festa alla Cassa rmonica dove molte persone sono venute a festeggiare con noi la vittoria del campionato. Se dovessi indicare una delle mie partite più belle con la Juve Stabia dico con il Crotone per il gol e i due assist e subito dopo ci metto il derby con il Benevento per il gol e l’importanza del punto conquistato contro la squadra più forte del campionato e con una prestazione positiva della squadra”.

*foto Antonio Gargiulo

CRONACA