Tagli alle imposte, rateizzazioni e contributi per i fitti: le idee del Comune di Sorrento per l’emergenza Covid

Salvatore Dare,  

Tagli alle imposte, rateizzazioni e contributi per i fitti: le idee del Comune di Sorrento per l’emergenza Covid

Rateizzare l’Imu, sospendere le riscossioni coattive dei tributi e ridurre la tariffa dell’occupazione di suolo pubblico. Sono queste le mosse al vaglio del Comune di Sorrento per fronteggiare l’emergenza economica ai tempi del Covid 19. A illustrare i possibili provvedimenti al sindaco Giuseppe Cuomo resta in prima linea Michele Bernardo, commercialista ed ex assessore che fa parte dell’unità di crisi istituita dal primo cittadino. «Stiamo lavorando alacremente per garantire un modus operandi adeguato alla necessità di operatori, lavoratori e famiglie» sottolinea il consulente finanziario di Cuomo. E, al di là dei piani da attuare a stretto giro, c’è anche una recente lettera inviata dal Comune al premier Giuseppe Conte e al governatore Vincenzo De Luca in cui si invoca una svolta economica per l’ente che sarebbe sensazionale. Ovvero: poter utilizzare l’avanzo di amministrazione pari a dieci milioni di euro e congelare per ora alla partecipazione al fondo di solidarietà, che grava sulle casse del Comune per circa 800mila euro. «Tutto ciò che è nelle nostre facoltà sarà attuato – dichiara ancora Bernardo – Stiamo incontrando tutte le forze sociali ed economiche della città e contiamo di proporre un ottimo lavoro, in sinergia. Fatto sta che bisogna sempre considerare che nella filiera amministrativa l’ente comunale viene dopo governo e Regione Campania». Non finisce qui. Perché, da ieri, sul sito del Comune di Sorrento, sono disponibili l’avviso e la relativa modulistica per la richiesta del sostegno all’affitto delle abitazioni principali. Potranno accedere al contributo i nuclei familiari titolari di un contratto di locazione, registrato prima del 23 febbraio scorso ed in corso di validità, che abbiano subito una diminuzione della capacità reddituale a seguito delle misure restrittive per l’epidemia da Covid-19, attestata da una autocertificazione che sarà oggetto di controllo. L’ammontare del contributo concesso è pari al 50% del canone mensile, per tre mensilità, per un importo massimo complessivo pari a 750 euro. Il Comune di Sorrento, «al fine di soddisfare la più ampia platea di richiedenti, si riserva di erogare percentuali diverse dal 100% del contributo spettante ai soggetti beneficiari» specifica una nota diffusa dall’amministrazione. La domanda per la concessione del contributo potrà essere presentata da un componente maggiorenne incluso nel nucleo familiare, anche non intestatario del contratto di locazione, purché residente nel medesimo alloggio oggetto del contratto di locazione. Tutta la documentazione, disponibile sul sito istituzionale del Comune di Sorrento, insieme alla modulistica e ai requisiti necessari per l’accesso al sostegno, potrà essere inoltrata al Comune con due modalità. Attraverso la posta certificata, utilizzando la mail [email protected] oppure recandosi presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Sorrento, aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 12.30, muniti di opportuni dispositivi di protezione. Sarà possibile presentare le domande dal 28 aprile e fino alle ore 12.30 del 6 maggio prossimi.

CRONACA