Torre del Greco, task force nella «zona rossa» del mercato: sequestri e multe da 5.000 euro

Alberto Dortucci,  

Torre del Greco, task force nella «zona rossa» del mercato: sequestri e multe da 5.000 euro

Torre del Greco. A lanciare l’allarme era stato direttamente il sindaco Giovanni Palomba: «Mi sono state segnalate diverse criticità all’interno delle aree mercato del centro storico – aveva sottolineato il primo cittadino alla vigilia della festa della Liberazione -. Provvederemo a intensificare i controlli per garantire il rispetto delle norme anti-contagio». Detto, fatto. Ieri mattina, le «piazzette» di largo Santissimo e via Falanga – già trasformata in «zona rossa» durante i giorni caldi della pandemia all’ombra del Vesuvio – sono state prese d’assalto dalle divise delle forze dell’ordine, con il supporto dei militari dell’esercito.

L’invasione di bancarelle

Particolare attenzione è stata dedicata agli ambulanti e al rispetto degli spazi consentiti per l’esposizione della merce al pubblico. Come accaduto già in occasione della task force pre-pasquale, non sono mancate (amare) sorprese e salate sanzioni per i commercianti fuorilegge: gli uomini in divisa guidati dal comandante Salvatore Visone hanno scoperto un fruttivendolo sprovvisto di qualsiasi autorizzazione, ma pronto ugualmente a occupare un largo tratto di largo Santissimo con conseguente restringimento dello spazio destinato a clienti e passanti. Una «furbata» pagata a caro prezzo: l’ambulante abusivo non solo si è visto sequestrare la merce e le attrezzature, ma è stato multato di 5.000 euro. Meno salati, invece, i verbali elevati a carico di tre commercianti «regolari» di via Falanga e via Teatro: 400 euro per avere «rubato» qualche centimetro rispetto alla concessione rilasciata dal Comune per l’occupazione del suolo pubblico.

Il rischio assembramenti

Le attenzioni delle forze dell’ordine, poi, si sono concentrate sul rischio-assembramenti: i vigili urbani si sono sistemati all’ingresso delle «piazzette» e controllato auto-certificazioni e documenti di chiunque volesse accedere alla «zona rossa» di Torre del Greco. Solo durante la mattinata, gli agenti di polizia municipale hanno «registrato» circa duecento cittadini. «I controlli proseguiranno durante i prossimi giorni – assicura il sindaco Giovanni Palomba – perché la sicurezza dei cittadini, in questo momento, rappresenta una priorità. La fase critica dovrebbe essere alle spalle, ma non bisogna assolutamente abbassare la guardia».

©riproduzione riservata

CRONACA