Il miracolo economico passa dalla locomotiva Mezzogiorno. Lo indica uno studio sul Sud

Redazione,  

Il miracolo economico passa dalla locomotiva Mezzogiorno. Lo indica uno studio sul Sud

Dopo la crisi innescata dalla pandemia da Covid-19, un nuovo miracolo economico in Italia è possibile ma solo se ci saranno due motori, a Nord e Sud, con il Mezzogiorno che si deve trasformare nell’altra locomotiva italiana. Lo indica il documento “Il Miracolo prossimo venturo dell’Italia? Passa dalla “locomotiva” Mezzogiorno” messo a punto dall’Associazione internazionale Guido Dorso di Napoli e dall’Osservatorio Banche Imprese di Economia e Finanza (Obi) di Bari che fanno parte dell’Alleanza Istituti Meridionalisti (Aim).Il documento, che sarà consegnato a Governo, presidenti di Regioni e sindaci, è frutto della collaborazione fra Associazioni, Enti, e uomini e donne che hanno a cuore uno sviluppo omogeneo dell’Italia, in una visione nazionale, europea e mediterranea. Sottoscritto da circa 70 personalità fra economisti, esperti di Mezzogiorno, imprenditori, giornalisti e condiviso da 24 associazioni, il documento analizza le cause che hanno fatto precipitare l’Italia nell’attuale crisi e propone una ‘ricetta’ per uscirne, con il Sud protagonista, insieme al Nord.

L’obiettivo, ha detto il segretario generale dell’Associazione Guido Dorso e presidente del Comitato Scientifico Obi, Francesco Saverio Coppola, è “realizzare una rivoluzione copernicana nello sviluppo del Sud” e per farlo “dobbiamo puntare su una forte classe dirigente” in grado di trasformare il Sud in un motore. L’iniziativa parte dal presupposto che l’Italia è al bivio. La crisi, prima sanitaria e poi economica, ha segnato un punto di non ritorno nel Paese, facendo precipitare l’Italia in una nuova recessione le cui conseguenze sono già tangibili e non cesseranno di produrre effetti negativi nei prossimi anni. Secondo il direttore generale di Obi, Antonio Corvino, “l’Italia non potrà uscire dal tunnel della bassa produttività, basso sviluppo, bassa produzione di ricchezza, scarsa coesione e della povertà se non si metterà in circolo il Mezzogiorno d’Italia. Perché, intanto, possiamo pensare a un nuovo miracolo, in quanto abbiamo enormi risorse e potenzialità in stand-by che attendono di essere messe in circolo, da qui l’idea di trasformare il Mezzogiorno in locomotiva”.

Il nuovo miracolo economico italiano, sottolinea il documento, è possibile ma a patto di “una pianificazione nazionale che veda anche il Sud protagonista. Il Piano per il Sud va riscritto e deve diventare il piano nazionale per il Paese a due locomotive”. Il documento è reperibile online sui siti web delle associazioni aderenti.

CRONACA