Elena Pontoriero

Covid alla Sonrisa «Ci sono tre casi» Chiuso il Castello

Elena Pontoriero,  

Covid alla Sonrisa  «Ci sono tre casi»  Chiuso il Castello

SANT’ANTONIO ABATE –  Nuovo caso di Covid a Sant’Antonio Abate, positivo un dipendente del Gran Hotel La Sonrisa. Ieri mattina l’avviso social del sindaco Ilaria Abagnale: « Abbiamo varie volte ribadito quanto fosse importante indossare la mascherina, in particolare nei luoghi chiusi aperti al pubblico, igienizzarsi le mani frequentemente durante la giornata e mantenere la distanza di sicurezza, perché il nemico invisibile che tanto abbiamo combattuto negli ultimi mesi non è scomparso. Ad avvertire sulla propria pelle il suo esserci è stato un nostro concittadino.

È stato contagiato, a riprova di quanto sia importante evitare di esporsi a qualsiasi tipo di occasione che possa rappresentare un rischio». Il dipendente della famosa location ricettiva, sintomatico, è attualmente ricoverato presso l’ospedale Cotugno di Napoli. Immediato è scattato il protocollo di tracciabilità, per sottoporre al tampone possibili commensali che nell’ultima settimana sono stati ospiti del Castello delle Cerimonie. Test estesi a tutto il personale dipendente della Sonrisa, gestita dalla famiglia Polese.

L’Asl ha chiesto e ottenuto la chiusura temporanea del Castello, subito firmata dal sindaco: «Ci sono già 3 casi», l’allarme del manager D’Onofrio. Qualche giorno di stop fino al termine dei controlli sarà, dunque, necessario per il Castello delle Cerimonie. Una nuova spada di Damocle per la famiglia Polese, già messa a dura prova dal virus per la cancellazione delle cerimonie per l’anno in corso a causa della pandemia.

Un settore che ha maggiormente accusato il colpo e da poco ripartito. A cercare di riportare il Castello alla normalità, proprio pochi giorni fa, la notizia di un doppio appuntamento in tv, sul canale Real Time, con le nuove puntate che andranno in onda da metà settembre e che mostreranno i momenti importanti della famiglia Polese. Spin off le pillole della cucina tradizionale, affidate a donna Imma Polese, figlia di don Antonio (compianto boss delle cerimonie) e il marito Matteo Giordano, tra i responsabili della struttura.

Il caso in penisola

Nuovo caso di Covid 19 pure a Piano di Sorrento. Il paziente «ai primi sintomi di tosse, raffreddore e mal di gola, ha interrotto sabato scorso il suo lavoro in una struttura ricettiva della costiera ed è a casa da oltre una settimana in quarantena seguito dal suo medico curante e dal dipartimento di prevenzione dell’Asl – dice il sindaco Vincenzo Iaccarino – Ha effettuato il tampone che ha dato esito positivo, mentre per i suoi familiari così come per i colleghi di lavoro l’esito è negativo».

Poi l’appello: «Occorre riaffermare la necessità di rispettare le tre regole di base per contrastare il Covid: distanziamento sociale, mascherina da usarsi nei luoghi al chiuso e accurata igiene personale ».

 

CRONACA