Covid e scuola, monito di Gorga: «Il ritorno in classe sia garantito anche agli alunni disabili»

Redazione,  

Covid e scuola, monito di Gorga: «Il ritorno in classe sia garantito anche agli alunni disabili»
Clelia Gorga (Campania Libera)

Torre del Greco. “Se il 14 settembre ‘il rientro a scuola non è in discussione’, come dice la ministra Azzolina, il ritorno sui banchi dev’essere garantito anche a tutti gli alunni disabili, che già durante il lockdown, nell’ambito della didattica a distanza, hanno subito fortissimi disagi, a causa della mancata fornitura degli indispensabili ausili tecnologici”.

Lo afferma Clelia Gorga, candidata alle prossime elezioni regionali con Campania Libera. “Per una didattica in presenza sarebbe necessario assicurare per la data di apertura dell’anno scolastico un numero di insegnanti di sostegno pari al numero degli alunni disabili, così come vorrebbe la legge. Nella sola Campania, però, gli alunni con disabilità sono oltre 27mila, e poco più di 15mila insegnanti di sostegno in tutta la regione. L’integrazione viene assicurata, ormai da anni, mediante il ricorso ad insegnanti precari. Una criticità, che il Ministero dell’Istruzione – ora guidato da una ministra che conosce bene il problema essendo stata un’insegnante di sostegno – e l’Ufficio scolastico regionale, devono affrontare quanto prima in maniera strutturale. E’ un tema – aggiunge Gorga – che mi sta particolarmente a cuore. So quanto è importante la scuola soprattutto per i ragazzi con disabilità. Anni fa, durante la mia attività di consigliere comunale a Torre del Greco, ho promosso molteplici progetti a favore dei diversamente abili, uno fra tutti il ‘Sitting Volley’, la pallavolo per disabili, coinvolgendo numerosi istituti del territorio. E’ stato emozionante vedere tanti ragazzi con disabilità e loro famiglie felici di poter svolgere questa attività sportiva al pari del loro coetanei. Auspico perciò che a settembre il ritorno a scuola sia alla pari per tutti”, conclude. —

CRONACA