Il virus torna a Bosco: tre ricoveri al Covid Hospital. In 27 a Scafati

Redazione,  

Il virus torna a Bosco: tre ricoveri al Covid Hospital. In 27 a Scafati

L’annuncio era arrivato qualche giorno fa. “Il Covid Hospital di Boscotrecase è pronto a riaprire i battenti” aveva sostenuto il direttore Savio Marziani. Il tempo di riorganizzare il lavoro e già da ieri tre nuovi ricoveri sono stati predisposti nell’ospedale Sant’Anna Madonna della Neve. Un clima di attenzione, ma anche di preoccupazione quello che ha accolto ieri i nuovi “ospiti” nel Covid H di Bosco. Con i selfie degli infermieri che hanno dovuto nuovamente rivestirsi e proteggersi in maniera integrale per difendersi dal contagio. Quasi un monito nei confronti di chi in queste settimane ha abbassato la guardia permettendo al Covid di tornare a fare danni. Il primo paziente ricoverato è stato un cittadino stabiese di 45 anni. Dopo poche ore, invece, è arrivato in ospedale anche un 40enne nato a Gragnano, ma residente a Castellammare. In serata, poi, un terzo ricovero: si tratta di un cittadino residente a Sorrento che è stato portato nel reparto malattie infettive dell’ospedale. Al momento, però, è Castellammare a contare 4 ricoverati in diversi presìdi: oltre al ben noto bidello stabiese di 57 anni che si trova al Covid Center di Maddaloni e le cui condizioni sono ritenute ancora da monitorare, vi è stato il ricovero anche di una donna, trasferita all’ospedale Cotugno, e proveniente dalla zona dell’Acqua della Madonna. La donna, ricoverata in sub intensiva, è preoccupata per il marito e i figli. Sono a casa, in attesa di risposta dall’Asl e non possono neanche uscire. Situazione complessa anche quella che si vive nell’ospedale di Scafati: sono infatti già 14 i ricoverati nel reparto delle malattie infettive, 13 quelli che si trovano in terapia sub-intensiva, mentre solo due quelli ricoverati in terapia intensiva. Ventisette persone per le quali i medici, anche in presenza di sintomi non gravissimi, hanno preferito disporre le cure in corsia. Si tratta, ovviamente, di cittadini che sono residenti in tutta la provincia di Salerno, non solo a Scafati. E, il fatto che il nosocomio sia pieno non è indice di un livello d’allarme ma di una strategia dell’Asl di curare subito i pazienti con una sintomatologia da Covid. Altri casi, poi, sono stati segnalati in queste ore: uno a Palma Campania ed uno a San Gennaro Vesuviano che fa a scattare a due il bilancio totale nel Comune. In questo caso, poi, preoccupa il fatto che la persona contagiata si fosse recata in Comune solo qualche giorno prima. I numeri della Campania, però, continuano ad essere alti: sono 117 le persone risultate positive al Coronavirus nella regione governata da Vincenzo De Luca su 5134 tamponi esaminati; di questi 39 sono viaggiatori ( (29 casi dalla Sardegna, 10 da Paesi esteri). E’ quanto ha resto noto l’Unità di crisi della Regione Campania. Zero i decessi registrati mentre sette le persone guarite. Ad oggi il totale dei positivi è pari a 7.285 persone su 430.232 tamponi. Tre nuovi casi di coronavirus sono stati accertati ad Ischia, tutti e tre nel comune di Forio. In due casi i contagiati sono dipendenti di ristoranti, il primo in zona collinare mentre il secondo si trova in quella lungomare; per entrambe le attività di ristorazione è stata disposta la chiusura per sanificazione. Un altro caso di Covid è stato invece riscontrato per la cassiera di un supermercato sempre nel comune foriano, che era asintomatica: anche per questo esercizio commerciale ordinata la chiusura e la sanificazione. Due dei nuovi positivi sono residenti a Forio ed un altro a Lacco Ameno. Ha superato quota mille il numero delle persone risultate positive al Coronavirus nel Casertano da inizio pandemia: sono 1007, oltre un terzo delle quali contagiate tra fine luglio e agosto, mese quest’ultimo in cui le positività sono schizzate in alto soprattutto a causa dei rientri dalle ferie fuori regione. Emerge dal report giornaliero pubblicato dall’Asl di Caserta. In Italia, invece, sale ancora il numero dei pazienti in terapia intensiva con il Covid-19 in Italia: sono 109, due in più di ieri, quando si era registrato un balzo di 13 unità. I casi totali sono 271.515, le vittime 35.497. I guariti sono 208.201 (+257), gli attualmente positivi 27.817 (1.063), i ricoverati con sintomi 1.437 (+57), le persone in isolamento domiciliare 26.271 (+1.004). Il Molise è l’unica regione a non far registrare casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Guida la classifica dei positivi trovati nell’ultima giornata la Lombardia con 237 casi, poi Veneto 163, Lazio 130, Campania 117, Emilia Romagna 107. La Sicilia ne ha fatti registrare 83, la Sardegna 73.

CRONACA