Si ustiona con il barbecue, anziana di Poggiomarino lotta per non morire

Andrea Ripa,  

Si ustiona con il barbecue, anziana di Poggiomarino lotta per non morire

Un’improvvisa fiammata, poi la caduta e la corsa disperata in ospedale. Un incidente domestico che rischia di avere risvolti tragici per un’anziana di Poggiomarino, ricoverata da alcuni giorni nel reparto grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli. E’ in gravissime condizioni e ancora oggi lotta per non morire, i controlli a cui sarà sottoposta nei prossimi giorni potrebbero delineare un quadro clinico che tuttora appare assai incerto. I camici bianchi del nosocomio napoletano, a stretto contatto con i familiari della donna, mantengono il più stretto riserbo. Le ore passano, le lancette che si muovono sull’orologio scandiscono un calvario difficile da sopportare. Mentre un’intera comunità è in ansia per le condizioni critiche della sfortunata vittima di un incidente domestico, tanto che alcuni residenti hanno organizzato incontri di preghiera privati per chiedere quello che ad oggi appare essere un miracolo. Una vicenda che alcuni giorni fa ha coinvolto i medici del pronto soccorso, arrivati per soccorrere la donna in preda ai dolori per le ustioni, e anche i carabinieri della locale stazione, giunti sul posto dopo essere stati allertati da alcuni residenti del quartiere per un’emergenza. Il caos nel quartiere alla periferia di Poggiomarino, poco distante dalla biblioteca cittadina di via XXV aprile, è scoppiato domenica scorsa. Doveva essere una giornata diversa dal solito, passata con i familiari più stretti con lo sguardo rivolto ai fastidiosi cambiamenti climatici degli ultimi giorni che hanno d’un tratto portato l’autunno in Campania dopo la lunga estate. L’urlo di dolore che arriva da un appartamento nel cuore del rione cerniera tra il centro e la periferia è il preludio di un dramma che si sta compiendo. La donna, secondo quanto ricostruito dai medici che sono arrivati lì per soccorrerla, stava cuocendo della carne sul barbecue, quando un’improvvisa fiammata la avvolge. Un atto improvviso, quasi imprevedibile. Ma di una forza e di una violenza assurda. Il fuoco avvolge la donna che cade a terra, mentre le urla richiamano anche i parenti pronti a prestare i primi soccorsi. Vengono chiamate le forze dell’ordine e le ambulanze. I medici prestano le prime cure, ma le condizioni di salute della donna appaiono sin dal primo momento critiche. Rischia la vita e viene trasportata urgentemente presso un ospedale specializzato: al Cardarelli di Napoli, dove da giorni è intubata ed è sottoposta a scrupolosi controlli. E’ nel reparto grandi ustionati, resterà lì a lungo – è l’unica cosa che i medici hanno riferito ai familiari – a causa delle numerose ferite. Da una prima analisi effettuata dai camici bianchi, le fiamme hanno raggiunto il 70% del corpo della 71enne che ora dovrà lottare in un letto d’ospedale con tutte le sue forze per aggrapparsi alla vita. Un incidente terribile che ha lanciato nello sconforto l’intera comunità di Poggiomarino, l’anziana è una nota commerciante ed è molto conosciuta in città. Ognuno cerca di portare solidarietà ai familiari, c’è anche chi ha organizzato incontri di preghiera sperando che dal Cardarelli arrivi una notizia positiva.

CRONACA