Tennis: Italia da record a Parigi, in 4 al terzo turno

Redazione,  

Tennis: Italia da record a Parigi, in 4 al terzo turno

Al Roland Garros è una giornata intensa, con diversi azzurri in campo. Subito sventola la bandiera italiana, con ben quattro tennisti in grado di vincere e di volare al terzo turno, come non accadeva dal lontano 1958: Stefano Travagia, Lorenzo Sonego, Yannik Sinner e Marco Cecchinato regalano emozioni e grandi soddisfazioni all’ombra della Tour Eiffel, proiettando il tennis italiano in una dimensione assolutamente inedita. Anche Martina Trevisan non tradisce le attese, vendicando la sconfitta della Errani. In apertura di giornata, i fan Serena Williams hanno dovuto ingoiare il rospo del forfait della statunitense, fermata da un problema al tendine d’Achille e impossibilitata a sfidare Tsvetana Pironkova. “Faccio fatica a camminare, dunque meglio fermarmi per recuperare – le parole di Serena -. Mi sono riscaldata questa mattina, ma è stata una cosa molto breve. Ho parlato con il mio allenatore, ci abbiamo pensato su e capito che scendere in campo non sarebbe stata la scelta migliore”. Un’emozione forte è arrivata anche dal cielo sopra Parigi. Grande spavento per tennisti e pubblico del Roland Garros, questa mattina, quando l’aria è stata scossa da un boato che, come poi accertato dalla polizia, è stato provocato da un aereo militare francese, che ha infranto il muro del suono. “Ho pensato e temuto che fosse accaduto qualcosa di brutto”, le parole dell’ucraina Elina Svitolina, dopo il successo s Renata Zarazua per 6-3, 0-6, 6-2. Quindi, l’Italia che vince: il primo azzurro a raggiungere il terzo turno è Lorenzo Sonego, che piega in tre set il kazako Alexander Bublik (7-6, 6-1, 7-5) in 2h24′. Non ce l’ha fatta, invece, Lorenzo Giustino, reduce da 6h05′ di battaglia contro Corentin Moutet e da tanti elogi. Il tennista napoletano si è arreso 3-0 in 2h (6-1, 7-5, 6-0) all’argentino Diego Schwartzman. Grande successo, dopo una maratona di 3h54′, per Stefano Travaglia che ha festeggiato la prima volta al terzo turno di un Major.

Il 28enne di Ascoli Piceno, n.74 Atp, ha superato per 6-4, 2-6, 7-6 (7), 4-6, 6-2 il giapponese Kei Nishikori, n.35 del ranking, che al Roland Garros ha raggiunto per tre volte i quarti (2015, 2017 e 2019). Al terzo turno Travaglia sfiderà per la prima volta in carriera lo spagnolo Rafael Nadal, n.2 del ranking e del seeding, recordman di successi al Roland Garros (12). Ha festeggiato anche Marco Cecchinato che, proprio oggi, ha compiuto 28 anni. Il palermitano, n.110 Atp, passato attraverso le qualificazioni, ha battuto 6-3, 6-2, 5-7, 6-2, in 2h37′ l’argentino Juan Ignacio Londero, n.69 del ranking. La prima a scendere in campo era stata Sara Errani, contro l’olandese – n.8 del mondo – Kiki Bertens. Dopo avere perso il primo set, la romagnola ha recuperato nel secondo e alla fine però ha ceduto nel terzo: di 7-6, 3-6, 9-7 il punteggio finale per l’olandese dopo 3h10′ di gioco e due match-point annullati da Sara. La Bertens è uscita dal campo in lacrime per il dolore dei crampia. In serata Jannik Sinner e Martina Trevisan hanno completato la splendida giornata del tennis italiano al Roland Garros, qualificandosi per il terzo turno. Netto il successo del ragazzo di Sesto Pusteria sul francese Benjamin Bonzi, superato 6-2, 6-4, 6-4 dopo 2h di gioco. Nel prossimo turno Sinner se la vedrà contro Coria. Bella impresa della Trevisan che ha piegato 6-4, 2-6, 7-5 la statunitense Cori Gauff.

CRONACA