Il trionfo del neo sindaco Coppola: «Sorrento tornerà grande»

Salvatore Dare,  

Il trionfo del neo sindaco Coppola: «Sorrento tornerà grande»

Sorrento. «E’ il giorno che sognavo da sempre. Sorrento tornerà grande». Massimo Coppola ce l’ha fatta. Ha battuto l’ex alleato di giunta, Mario Gargiulo, con un successo netto: con quasi 2.000 voti di scarto (60,5 per cento contro il 39,4 dell’avversario), conquista la fascia tricolore e succede a Giuseppe Cuomo, primo cittadino di Sorrento per dieci anni. Sostenuto da tre civiche e dalla lista del Pd, il neo primo cittadino ha avuto supporto dall’ex sindaco Marco Fiorentino che, escluso dal ballottaggio, ha indicato ai propri elettori di votare Coppola. Un rinforzo importante, anche se al primo turno Coppola aveva già staccato Gargiulo. La festa è scoppiata alle 16, all’hotel Flora. Al fianco di Coppola, oltre Fiorentino, anche il sindaco di Sant’Agnello Piergiorgio Sagristani, che ha fatto un endorsement pubblico a favore dell’ex assessore oggi sindaco. Baci, abbracci, champagne: la comitiva di Coppola si è prima fermata in piazza Tasso, dove il neo primo cittadino ha “salutato” la statua del santo patrono, Sant’Antonino, poi in municipio, all’ufficio elettorale.

Qui si è affacciato al balcone e ha salutato i suoi sostenitori: «Sarò il sindaco di tutti, di chi mi ha votato e di chi mi voterà – le parole di Coppola – E’ un momento difficile per il nostro territorio e per l’umanità. Dovremo essere doppiamente bravi. Ci saranno periodi difficili ma li supereremo insieme. Sorrento tornerà grande grazie alla nostra coesione e alla nostra collaborazione. Viviamo in un’epoca in cui dobbiamo apprezzare ogni particolare, non daremo nulla per scontato. Se ci saranno giorni difficili, la gente troverà aiuto e conforto nel sindaco». Gargiulo – sostenuto da molti elementi della maggioranza uscente – fa i complimenti a Coppola e rilancia: «Il verdetto delle urne è arrivato, lo accettiamo con il sorriso sulle labbra e con la consapevolezza che delle sconfitte si capiscono gli errori per poi ripartire più forti di prima. Voglio ringraziare tutta la squadra. Le analisi del voto le faremo con calma e serenità nei prossimi giorni. Quello che mi sento di dire ora è che ci saremo, più forti e convinti di prima, per la città, per i sorrentini».

Cuomo è intervenuto sulla vittoria di Coppola con equilibrio visto che aveva indicato come possibile successore lo sconfitto Gargiulo: «La città ha dato fiducia allo schieramento di Coppola, che sarà chiamato ad affrontare le sfide che l’immediato futuro ci riserva». Alla luce della vittoria di Coppola, il consiglio comunale sarà composto per la maggioranza da Paolo Pane, Desiree Ioviero, Enzo Sorrentino e Gaetano Mauro per la lista “Sorrento adesso”, Luigi Di Prisco, Elvira De Angelis e Imma Savarese per “Viviamo Sorrento”, Eduardo Fiorentino e Luciana Cafiero per “Nuova Sorrento” e Ivan Gargiulo per il Pd. In minoranza, oltre Gargiulo, anche Alessandro Acampora per “Sorrentocisto”, Federico Cuomo per “Grande Sorrento”, e Mariano Pontecorvo per “Il Ponte”. I due consiglieri del gruppo di Fiorentino saranno Luigi Gargiulo per “Sorrento tua” e lo stesso Marco Fiorentino per “Energie per Sorrento” ma è evidente che entrambi potrebbero sostenere Coppola. Fiorentino, per insediarsi, deve estinguere un debito di 108mila euro nei confronti del Comune.

CRONACA