Pompei, la protesta dei commercianti contro le nuove restrizioni del Governo

Salvatore Piro,  

Pompei, la protesta dei commercianti contro le nuove restrizioni del Governo

Pompei. Flash-mob di protesta e serrande dei negozi abbassate, per 10 minuti, questa mattina a Pompei. A ribellarsi sono stati i commercianti: titolari di bar, ristoranti, pizzerie, ma anche dei negozi di abbigliamento. Tutti, anche al centro di Pompei, dalle 11 alle 11.10 hanno abbassato le saracinesche dei locali in segno di protesta contro le ultime restrizioni imposte dal Governo e dalla Regione Campania. “#Siamo a terra” è stato l’emblematico hashtag di protesta, scelto dagli imprenditori e dalla Confcommercio di Pompei. Il presidente della associazione dei commercianti cittadini, Gino Longobardi, ha spiegato: “Il nostro obiettivo è quello di far rimanere aperte tutte le attività, nel pieno rispetto delle regole, fino alle 23:00. Diversamente, anche a Pompei, tutti gli imprenditori rischiano il collasso”.

CRONACA