Castellammare. Il sindaco scrive a Conte: “Basta mezze misure, potenziare i controlli”

Redazione,  

Castellammare. Il sindaco scrive a Conte: “Basta mezze misure, potenziare i controlli”

No alle chiusure ed alle mezze misure, sì al potenziamento dei controlli sul territorio, rinforzi delle forze dell’ordine e uomini dell’Esercito per il rispetto delle norme anti-Covid; screening a tappeto per tutti i cittadini di Castellammare di Stabia, esito rapido dei test. E’ questo il contenuto delle due lettere che il sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, ha inviato al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Governatore della Campania Vincenzo De Luca. La prima, riguardante il potenziamento dei controlli, è stata inviata al premier Giuseppe Conte. “Non esito a definire quella della chiusura alle ore 18 – ha scritto – una mezza misura che non aiuta la mia città ad uscire dalla crisi. La verifica costante contro gli assembramenti e contro le pratiche scorrette può e sono sicuro che farà la differenza, prima che sia troppo tardi”.La seconda missiva è stata inviata al governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca e al direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud ed è incentrata sullo screening per i cittadini stabiesi. “Oggi più che mai – si legge – è importante frenare l’aumento dei contagi. E in tal senso sarebbe opportuno effettuare un censimento della popolazione attraverso uno screening a tappeto, al fine di circoscrivere e porre in isolamento tutti i cittadini positivi al Covid-19 con i rispettivi nuclei familiari”.

CRONACA