Svolta per gli ambulanti, il mercato di Sorrento potrà riaprire

Salvatore Dare,  

Svolta per gli ambulanti, il mercato di Sorrento potrà riaprire

Sorrento. La decisione era nell’aria già da diversi giorni. E complice pure la “minaccia” di bloccare la Statale sorrentina 145, si è giunti a un compromesso. Ovvero: ordinanze revocate, a patto di imprimere un giro di vite nelle misure anti assembramento per scongiurare il rischio di contagi da Covid 19. Ecco perché a Sorrento, probabilmente già nel corso della prossima settimana, il mercato rionale si terrà regolarmente. Il sindaco Massimo Coppola ha firmato un’ordinanza con cui revoca le misure restrittive assunte una ventina di giorni fa. Con quell’ordinanza, il primo cittadino dispose la sospensione temporanea degli ambulanti nella zona del terminal oltre che la chiusura di parchi pubblici e centri anziani. Giorni fa, la decisione di fermare momentaneamente il mercato aveva procurato tensioni. Una delegazione dei mercatari aveva anche raggiunto il municipio di piazza Sant’Antonino per incontrare Coppola.

«Mi interfaccerò con la prefettura e valuteremo tutto ciò che c’è da fare» la rassicurazione del sindaco di Sorrento. Lo stesso Coppola ha comunque strappato un impegno preciso agli operatori: garantire in maniera perentoria il distanziamento tra i banchi e i clienti, sanificazione continua delle aree oggetto delle attività e misurazione della temperatura a ogni persona situata sia all’ingresso del mercato che all’interno del terminal dove si svolgono le attività. «La manifestazione di numerosi ambulanti davanti al municipio di Piano di Sorrento ha smosso le coscienze, i sindaci hanno compreso le nostre esigenze e hanno deciso di revocare le ordinanze. Li ringraziamo. Torneremo, dunque, a lavoro. Per noi è fondamentale in un periodo di enorme difficoltà che stiamo vivendo», dicono i delegati Ana Salvatore Ranieri e Salvatore Coppola. Il primo provvedimento di riattivazione del mercato è a firma di Coppola. Dovrebbero seguirlo a ruota tutti gli altri sindaci della penisola sorrentina.

CRONACA