Tre furti in una notte a Torre Annunziata, rubati gioielli: caccia alla banda

Giovanna Salvati,  

Tre furti in una notte a Torre Annunziata, rubati gioielli: caccia alla banda

Tre furti in tre appartamenti, in tre diverse zone della città e tutti in una sola notte. E’ quanto accaduto la scorsa notte a Torre Annunziata. Due gli appartamenti oggetto del furto in via Roma e in via Gambardella, il terzo invece all’interno di un garage in uno dei vicoli del centro storico. Quanto basta per far scattare nuovamente la paura in città. Episodi che da tempo non si verificano a Torre Annunziata e che raramente erano stati denunciati fatta eccezione nel periodo estivo, complice anche gli appartamenti vuoti per le vacanze. Ma questa volta la banda è entrata in azione invece in due appartamenti. Il primo in via Gambardella: sono da poco passate le undici di sera e nell’abitazione marito e moglie sono ancora a lavoro. Entrambi sono due medici. I ladri hanno così il libero accesso all’abitazione che non ha nemmeno un sistema di sicurezza: una volta all’interno racimolano all’interno di una borsa tutti gli oggetti preziosi di gioielleria, non rubano suppellettili e nemmeno tv, solo oggetti preziosi. Poi si danno alla fuga. Quando i due professionisti entrano in casa non si accorgono in un primo momento del furto ma solo dopo aver notato che una delle finestre era aperta. Così scatta la chiamata alle forze dell’ordine. Dopo qualche ora un altro furto: questa volta l’obiettivo è una casa di via Roma dove vivono due anziani che però da qualche giorno si sono trasferiti dal figlio per stare più tranquilli anche vista l’emergenza sanitaria evitando così di dover uscire per la spesa. Qualcuno probabilmente conosce le loro abitudini e decide così di pianificare il colpo. Anche qui, secondo i rilievi poi effettuati dai militari, i ladri entrati in azione potrebbero essere sempre due. Per accedere hanno forzato il portone di ingresso e poi la porta dell’appartamento, qui la ricerca dei gioielli è stata più faticosa infatti hanno rovistato negli armadi e credenze lasciando l’appartamento completamente soqquadro. Ad accorgersi del furto, dopo 48 ore il figlio dei due anziani che si era recato a casa per prendere alcuni abiti dei genitori. Anche qui hanno rubato gioielli ma anche cornici e un orologio. Infine, l’ultimo colpo, in un garage nel centro storico. Si tratta di un box dove una famiglia custodiva oggetti lasciati li dopo il trasloco e attrezzi da lavoro. I ladri hanno portato via infatti attrezzi da lavoro  per meccanico e una serie di quadri ma nulla di valore. Anche qui i proprietari si sono accorti solo dopo due giorni del furto anche perché il garage viene usato solo come deposito di oggetti e di un motorino che però non è stato rubato. Tre furti che potrebbero essere collegati, i militari non escludono infatti che si possa trattare della stessa banda. @riproduzione riservata

CRONACA